«Giuro di osservare lealmente la Costituzione Italiana, le leggi della Repubblica e l’ordinamento del Comune, e di agire per il bene di tutti i cittadini».

Ha giurato il neo sindaco Pasquale Aprile, da ben cinquantuno anni, 41 da dipendente comunale e 10 da amministratore, al servizio del paese. Nominata pure la giunta. Eccola. Gregorio Scigliano vice sindaco con deleghe alla viabilità, ambiente, arredo urbano e rifiuti, Ilaria Gentile assessore con deleghe alla Pubblica istruzione, politiche culturali e famiglia, Salvatore Rinaldi assessore al Commercio, sanità, politiche sociali e giovanili, attività produttive e agricoltura, Paoletta Murgieri assessore alle
Pari opportunità, rapporti con il clero e comunicazione. Completano la squadra Girolamo Mitidieri delegato al Turismo, caccia pesca e rapporti con le associazioni, Pino Calabrese con deleghe ai rapporti con il pubblico, stato civile ed anagrafe, Tributi, immigrazione ed emigrazione, Salvatore Antonio Ciminelli delega a
Lavori pubblici e bilancio. Presidente del Consiglio comunale è stato eletto Daniele Santagata con deleghe allo Sport e spettacolo. Eletta anche la Commissione elettorale, formata per la maggioranza Calabrese, Mitidieri e Varlaro per l’opposizione come membri effettivi,e
Rinaldi e Murgieri per l’esecutivo e Falsetti per la minoranza, come supplenti. Infine nominati anche i Capogruppi: l’ex sindavo Salvatore Antonio Ciminelli per il gruppo di maggioranza “Amendolara nel Mondo”, Antonio
Liguori per “Esserci per Amendolara” e Maria Rita Acciardi per “Amendolara Domani”. Durante l’assise municipale, che ha avuto luogo nella sala consilare in piazza Antonio Sassone, sotto gli occhi attenti del segretario comunale Nicola Di Leo, in un clima di festa, sono intervenuti oltre al primo cittadino Aprile, anche i consiglieri Ciminelli, Scigliano, Acciardi e Liguori.