Caligiuri: «Nonostante siamo soli continueremo con ancor più insistenza fin quando non partiranno i lavori per la rotatoria di Santa Lucia! Illuminata grazie al nostro intervento la rotatoria di Insiti».

Il Direttivo dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” rende noto che lo scorso venerdì il Presidente Leonardo Caligiuri ha inoltrato una comunicazione al Ministro delle Infrastrutture e per conoscenza alla Direzione Generale per la Sicurezza Stradale del Ministero delle Infrastrutture all’Amministratore Delegato di Anas Gruppo FS Italiane ed alla Procura della Repubblica di Castrovillari.

Nella missiva il Presidente Caligiuri ha fatto rilevare che sull’intervento, già approvato dall’ex comune di Corigliano Calabro nel marzo del 2018 e già finanziato nel novembre dello stesso anno, ancora oggi, a tre anni di distanza, purtroppo sussistono ritardi enormi e, come se non bastasse, non si comprendono le ragioni per cui non partono i lavori.

Allo stesso modo Leonardo Caligiuri ha riportato al Ministro ma anche all’Amministratore Delegato di Anas Gruppo FS Italiane che oggi è anche commissario nominato dal Governo sulla Statale 106 in Calabria i diversi comunicati stampa diramati dalla Struttura Territoriale di Anas Calabria nei quali si leggeva che la consegna dei lavori sarebbe stata avviata “nelle prossime settimane”.

«Non sono più accettabili – afferma il Presidente Caligiuri – i continui ritardi della Struttura Territoriale di Anas Calabria sui lavori di realizzazione della rotatoria di Santa Lucia. La nostra Organizzazione di Volontariato è la sola e l’unica che da mesi sollecita tutte le istituzioni e le autorità competenti affinché questo intervento sia avviato e completato al più presto e, nonostante siamo soli, continueremo con ancor più insistenza fin quando non partiranno i lavori!»

«Spiace dover constatate – continua il Presidente – quanto sia disastroso l’operato della Struttura Territoriale di Anas Calabria: totalmente ingessata, incapace di avviare un intervento di messa in sicurezza finanziato da tre anni ma, soprattutto, incapace di avviare decine e decine di interventi già finanziati, approvati e progettati. Basta leggere i bilanci di esercizio degli ultimi 2 anni per capire il pessimo operato di una gestione che meriterebbe l’attenzione della politica che, invece, è indifferente e, come sempre, disattenta ai problemi dei cittadini».

«La realizzazione di questo intervento – va avanti Caligiuri – determinerà un miglioramento per lo standard di sicurezza stradale sulla Statale 106 ma, soprattutto, eliminerà le forti criticità che negli ultimi anni abbiamo avuto allo svincolo di Santa Lucia molto spesso accentuate dal mancato funzionamento dell’impianto semaforico».

«Siamo, infine, molto soddisfatti – conclude il Presidente – per aver finalmente contribuito a far illuminare la rotatoria di Insiti ed anche qui auspichiamo al più presto la fine dei lavori di un intervento di messa in sicurezza della Statale 106 che può essere considerato senza alcun dubbio il più importante nella storia dell’area urbana di Corigliano Calabro nel comune unico di Corigliano-Rossano. Prima di noi, dal ’48 ad oggi, a Corigliano Calabro nulla di significativo era mai stato fatto sulla Statale 106».

Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 11 ottobre 2021