In occasione del 96esimo compleanno e del 15° anno dalla dipartita terrena di Padre Bernardino Maria De Vita, frate francescano originario di Trebisacce, la rinomata Pasticceria “Le meraviglie di Mena” sita sul Lungomare di Trebisacce,

per festeggiare e ravvivare il ricordo dell’umile Frate Francescano ormai in odore di santità, su proposta di Vincenzo Romano storico Capo Scout di Trebisacce che ha conosciuto molto da vicino e frequentato Padre Bernardino, ha lanciato “il mostacciolo di Padre Bernardino”. Un prodotto dolciario gustoso e fragrante confezionato con l’aggiunta del succo del mitico “biondo tardivo”, l’arancia tipica locale che si coltiva nelle “vigne” di Trebisacce. «Di solito, per ricordare e per festeggiare un compleanno, – ha scritto Vincenzo Romano ricordando l’affetto e la devozione verso il semplice e umile frate francescano che ha vissuto gli ultimi anni della sua vita presso la Porziungola di Assisi dove è stato prezioso e instancabile confessore non solo di tanta gente comune ma anche di tantissimi frati, di sacerdoti e di prelati – si prepara una torta e noi, per tenere vivo il ricordo di Padre Bernardino, abbiamo deciso di lanciare un nuovo prodotto dolciario, sul modello del mostacciolo che la Terziaria Francescana Jacopa dei Settesoli confezionava e che piaceva tanto a San Francesco d’Assisi. A noi – ha spiegato Vincenzo Romano – ci siamo ricordati che al nostro amato Padre Bernardino piacevano molto i cosiddetti “cannaricoli” che fanno parte dei dolci natalizi della nostra tradizione e così, capitalizzando le ben note doti della Maestra Pasticcera Mena, rivisitando appunto la ricetta dei mostaccioli di frate Jacopa e aggiungendo il gusto della nostra eccellenza locale “il biondo tardivo”, abbiamo confezionato “il mostacciolo di padre Bernardino” e siamo sicuri – ha concluso Vincenzo Romano – che il suo profumo arriverà anche lassù, da dove Padre Bernardino, che speriamo diventi al più presto Santo, ci guarda e ci protegge». «Ottima idea, – ha commentato Pino Tripaldi, un altro dei Capi storici degli Scout di Trebisacce che ha parlato di miracoli che si sarebbero già verificati – con l’augurio che il processo di beatificazione di Padre Bernardino Maria De Vita – acceleri il suo percorso in modo che Trebisacce, oltre che terra di poeti e di navigatori, possa diventare anche terra di Santi.
Pino La Rocca