Inchiesta “Kossa”: Pasquale Forastefano “L’animale” s’è vista annullata dai supremi giudici la misura cautelare per alcuni capi d’imputazione.

La Corte di di Cassazione, in parziale accoglimento del ricorso presentato dagli avvocati Pasquale Di Iacovo del foro di Castrovillari e Cesare Badolato del foro di Cosenza, ha annullato il provvedimento del Tribunale del riesame di Catanzaro, che lo scorso 26 marzo aveva confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti del presunto nuovo capo-‘ndrangheta della Sibaritide, Pasquale Forastefano detto “L’animale”, 34 anni, di Cassano Jonio (foto). LEGGI ARTICOLO COMPLETO