È stato processato e condannato per direttissima, nella tarda mattinata di ieri, appena poche ore dopo il blitz della polizia relativo all’operazione antidroga “Portofino” che ha visto finire in manette 14 persone di Corigliano-Rossano fra trafficanti e spacciatori di droga, tra i quali suo fratello Rosario Docimo di 26 anni.

Il nome di Giampiero Docimo, 19 anni, residente in contrada Torricella, non era tra i destinatari dell’ordinanza cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari di Castrovillari Lelio Festa su richiesta del sostituto procuratore Flavio Serracchiani. LEGGI ARTICOLO COMPLETO