LOSTRAPPOQUOTIDIANO.IT
Non so se l’avete notato, ma le cronache, soprattutto estive, ci dicono che sono sempre più i ragazzi “perbene” e “insospettabili” che spacciano o usano droga. Qualcuno dice che lo facciano per guadagnare senza fatica o per provare, attraverso il fascino del proibito, emozioni forti con cui scacciare la noia.

Quella noia che oggi gli viene dalla vita facile e comoda che conducono, in una società e in una famiglia che non avendo più autorità morale, fini e valori forti, non trasmettono modelli di vita importanti, a cominciare da quello per cui non si può pretendere ciò che non si è guadagnato o meritato con lo studio e il lavoro.
LEGGI ARTICOLO COMPLETO