«Vera rivoluzione nella gestione dei Beni Culturali».

E’ stato sottoscritto giovedì era, nella sala stampa del Museo Archeologico Nazionale “Vincenzo Laviola”, l’importante Accordo di Valorizzazione e Collaborazione tra il Comune di Amendolara e il Parco Archeologico di Sibari che punta a realizzare un ambizioso percorso di rilancio in chiave culturale e turistica del patrimonio artistico di Amendolara e del suo centro storico avendo come fulcro principale Palazzo Andreassi pronto ad un restyling architettonico e di contenuti. Hanno sottoscritto il documento il sindaco, Antonello Ciminelli e il direttore del Parco, Filippo Demma.
«Con questo accordo – ha dichiarato il sindaco Ciminelli – inizieremo a parlare di cultura finalmente anche in termini di economicità. Una occasione da non perdere per tutti gli attori competenti nel settore turistico e culturale con la concreta possibilità di creare importanti occasioni in termini di lavoro e sviluppo turistico».
Gli ha fatto eco il direttore Filippo Demma: «Questo è un bellissimo accordo – ha commentato -. Il primo in Calabria per contenuti e prospettive. Abbiamo trovato nel sindaco di Amendolara l’interlocutore ideale. Noi siamo pronti ad incrementare ulteriormente le risorse per permettere ad associazioni, cooperative di giovani e professionalità varie di poter lavorare nel settore dei Beni Culturali, imparando a promuovere il grande patrimonio che Amendolara si ritrova. Questo accordo è una vera rivoluzione».