ACQUA USO DOMESTICO,VIETATO OGNI SPRECO. PREVISTE SANZIONI IN CASO DI ABUSO.
La riduzione e/o carenza dell’erogazione dell’acqua che si sta verificando sul territorio comunale è dovuta ad una rottura dell’adduttrice primaria della Sorical.
Si potranno verificare disservizi nell’erogazione dell’acqua destinata al consumo umano nel centro storico, in via Carrera, via Scoglio, via Milano, via Como, via 49ª Fanteria, via Vignola, via SS 108 ter, nella zona della marina nel tratto sopra ferrovia compreso tra il Torrente Molinello e Torrente Fiumenicà.

È quanto fa sapere il Sindaco Filomena Greco informando che i lavori di riparazione, così come comunicato dalla Società, dovrebbero concludersi nella giornata di domani (martedì 20 luglio) e che sulla questione si è tenuta oggi (lunedì 19), su convocazione della Prefettura di Cosenza, una videoconferenza alla quale hanno partecipato i sindaci, la Sorical, la Regione Calabria e le forze dell’ordine.

Il Primo Cittadino coglie l’occasione per ribadire che resta in vigore l’ordinanza finalizzata a contrastare ogni spreco della risorsa idrica.

L’acqua proveniente dalla rete idrica non può essere usata per l’innaffiamento ed il lavaggio di piazzali e automezzi, il riempimento di invasi, l’irrigazione di orti e giardini. L’acqua potabile può essere utilizzata solo per uso domestico igienico sanitario.

Il Sindaco ha adottato queste misure a causa della grave situazione di carenza aggravatasi con le alte temperature.

I contravventori saranno puniti con una sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro e comunque saranno applicate le sanzioni previste dalle vigenti disposizioni di Legge.