“La città di Castrovillari, nella Giornata  della Memoria, ha  ricordato, nel  campo d’internamento di  Ferramonti, presso il comune di Tarsia,  in provincia di Cosenza, Vincenzo Gazzaneo, nato nel capoluogo del Pollino e deceduto a Dresda, in Germania, nel 1945, i cui resti riposano in una Fossa comune. Ai figli di Vincenzo, Antonio, Franco, ex consigliere comunale, e Luigi,  il prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao, ha consegnato, con decreto del Presidente della Repubblica, una  medaglia d’onore, andata, inoltre, a 5 cittadini , tutti  deportati nei lager nazisti e residenti nella provincia di Cosenza.
La cerimonia, presente l’Amministrazione comunale, è stata pregna di emozione, coinvolgendo la rappresentanza istituzionale castrovillarese ed i figli di Gazzaneo, in particolare , i quali durante il momento hanno avvertito, non solo il grande onore, per il riconoscimento designato al padre, ma, soprattutto, la forza di quei sentimenti di Patria che segnano sempre questi momenti e richiamano i valori ideali tra memoria e dedizione.
Un fatto che ci ha onorato, sia come amministrazione che  come città, e che ci ha spinto subito a proporre alla Commissione Toponomastica l’intitolazione di una strada o slargo per non dimenticare uomini di particolare consistenza, impegnati a tutela della dignità.
E’ con questi sentimenti che ho ed abbiamo partecipato , coscienti che istanti e affermazioni del genere aiutano la crescita e la democrazia di ogni comunità. Ed è con quest’attenzione che ribadiamo il significato che hanno lasciato ai posteri tali fulgidi  esempi.”
Castrovillari 28 gennaio 2014
L’Assessore alle Attività Produttive
 f.to   dr. Nicola Di Gerio