Un accorato appello alla Regione perché approvi finalmente la legge di tutela delle APS, le associazioni di promozione sociale. Lo ha rivolto all’esecutivo regionale il professor Vincenzo Arvia presidente dell’APS “Viaggi e Turismo” a nome di tutte le associazioni calabresi “no profit”. «Interpretando il disagio delle numerose Associazioni di Promozione Sociale operanti in Calabria, comprese le 200 Associazioni Pro Loco e le migliaia di donne e uomini che fanno parte degli 89.123 volontari impegnati in tutte le associazioni No Profit e che, – ha scritto il presidente Arvia ai componenti l’esecutivo regionale – da  oltre 15 anni attendono l’approvazione di una legge regionale che dia corso alla Legge 383/2000 “Disciplina delle associazioni di promozione sociale” e rispetto alla quale la “nostra” Regione non ha ancora recepito e legiferato, attendiamo fiduciosi il vostro impegno, in qualità di rappresentanti istituzionali della Calabria garanti delle istanze sociali, affinché possiate colmare tale vuoto legislativo, proprio in ottemperanza al principio proclamato dal Parlamento Europeo in occasione dell’Anno europeo dei cittadini che sta per concludersi!!! Nonostante che la III Commissione in data 12 giugno 2013 abbia dato spazio all’audizione di una nostra delegazione e stia esaminando le tre proposte di legge, tra cui quella presentata dall’on. Mario Franchino nel maggio 2012, non possiamo proseguire – conclude Vincenzo Arvia – la nostra azione di volontariato sociale perchè “orfani” di una legge regionale che non viene approvata e che, tra l’altro, preclude la possibilità a tanti sodalizi di iscriversi al registro regionale e provinciale e, di conseguenza, impedisce la partecipazione ai bandi europei di progettazione sociale».

     Pino La Rocca