Rosa competitiva per il girone di ritorno. Domani c’è il Geppino Netti
CROSIA  – È un’epifania ricca di regali per la Polisportiva Mirto Crosia e per il suo allenatore Enzo Tedesco che da oggi ha in mano una rosa competitiva e ben fornita in tutti i reparti del campo. Arrivano in rosso-celeste, infatti, tre elementi di grande valore per la Categoria.

 Si tratta di Antonio Tedesco, centrocampista d’esperienza, prelevato dal campionato di Promozione tra le fila del Cassano, con un passato di blasone tra Cariatese, Paolana e Olympic Acri; il difensore Cataldo Scarpello, cariatese doc, con un passato nella primavera della Juventus, prelevato proprio dal Cariati in Terza categoria, dove il libero, giudicato tra i più forti presenti nel panorama dilettantistico calabrese, ha quasi sempre militato a prescindere dalle categorie; ed il giovane under esterno di centrocampo, Francesco Filareti, classe ’99, con belle prospettive. Questi tre assi, che il presidente “Capitano” Tallarico - grazie anche alle capacità diplomatiche del direttore generale Giuseppe Pugliese – ha voluto regalare alla formazione traentina, si aggiungono agli altri tre arrivati ad apertura di mercato a dicembre (Raiolo, Blaconà e Celi) ed al resto della compagine dei minotauri già ben fornita in quanto a capacità tecniche. Nel frattempo hanno lasciato la rosa: Lavorato, Capua, Taverna e bomber Le Voci (passato allo Schiavonea).

Ora si attende il riscatto e la gara di domani (7 gennaio), sul terreno di gioco del “Massimo Russo” contro il Geppino Netti, è sicuramente un’occasione per mettere sul banco di prova la nuova Polisportiva Mirto Crosia.

Mister Tedesco anche durante la pausa natalizia ha lavorato a lungo con la rosa con l’intento di amalgamare al meglio la rosa per consentire ai nuovi arrivati di integrarsi negli schemi di gioco. Il Geppino Netti è formazione da prendere con le pinze, dal momento che in classifica non se la passa bene (11 punti e terzultimo posto) e vorrà a tutti i costi rimediare quel sonoro 0-4 rimediato in casa contro un più coriaceo Spezzano. I minotauri del Trionto , dal canto loro, stanno bene e a parte la defezione di capitan Martilotti, costretto ai box per scontare la seconda giornata di squalifica, saranno tutti a disposizione dell’allenatore.

Questa, allora, la probabile formazione che dovrebbe essere schierata contro il Geppino Netti: Greco tra i pali, linea difensiva a quattro con Lavia e Scarpelli al centro ed il duo De Sario e Turco a coprire le fasce; i due Tedesco, Tomas e Antonio, in cabina di regia con Belardo e Fontana ad oliare gli stantuffi laterali; in avanti atteso il ritorno di Diouff in compagnia di Blaconà. 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo