“Le affermazioni rilasciate nel corso di una trasmissione televisiva dalla sindaca leghista di Cascina, Susanna Ceccardi, secondo la quale i medici calabresi dovrebbero essere pagati di meno perché meno bravi di quelli di altre regioni sono inauditamente offensive ed ingiuriose, non solo verso i nostri professionisti, ma soprattutto perché esse confermano il perdurare di uno stereotipo negativo con cui molti ancora guardano alla nostra regione”.

Patto federativo per un cammino comune sul territorio. Una voce sola su sanità e infrastrutture per dare più voce alla Calabria citra
Un’intesa per un cammino unitario per contribuire insieme e con una voce sola a riportare la Calabria citra al centro dell’agenda politica regionale e nazionale. Questo l’obiettivo che nei giorni scorsi ha portato il movimento “La Calabria che vuoi” e l’associazione “Area Futuro”, entrambi con radicamento in tutta la provincia di Cosenza, a siglare un patto federativo.

«Speranza che la sua presenza qui sia inizio per un nuovo cammino.Noi sindaci ci battiamo per avere risposte.Abbiamo l’obbligo di riportare la sanità sul territorio»
CARIATI - Nei giorni scorsi si è tenuto a Rossano il convengo sulla situazione sanitaria in Calabria al quale ha preso parte la ministra Beatrice Lorenzin. Nel corso dell’incontro, è intervenuta la sindaca di Cariati Filomena Greco per ribadire la necessità di riportare sul territorio un servizio sanitario adeguato.

La prima cittadina di Cariati Filomena Greco scrive una lettera a Susanna Ceccardi
CARIATI - Cara sindaca Ceccardi, non si preoccupi: la perdoniamo per le sue affermazioni sui medici calabresi. E la perdoniamo perché non sa quello che dice. No, non la prenda come un insulto. La consideri per quella che è: una lucida consapevolezza.

Colamaria sollecita partecipazione sibaritide. Sabato 16 a Lamezia con Oliverio 
ROSSANO – Continuare a sensibilizzare i cittadini-consumatori rispetto alla necessità di governare le grandi questioni aperte oggi in Calabria, dal mai sanato gap infrastrutturale all’aggravata emergenza sanitaria per citare le più odiose, resta impegno qualificante e quotidiano; soprattutto in quest’area della provincia di Cosenza, particolarmente penalizzata dagli effetti perversi di scelte scellerate spesso calate dall’alto quando non dalla miopia o dalla inerzia delle classi politiche degli ultimi decenni. 

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo