Navette per Sibari, ennesimo spreco regionale

Trento: nessuna verifica, viaggiano vuote
COSENZA – Il trasporto pubblico locale, resta il più grande ed indecifrabile buco nero nelle risorse pubbliche di questa regione. La vicenda delle navette autobus per collegare la Sibaritide all'aeroporto S.Anna di Crotone, dimostra, semmai ve ne fosse stato ulteriore bisogno, che il TPL è lo specchio autentico dell'inefficienza e della mala amministrazione in questa nostra regione. Uno spreco perfino più grande, perché ad oggi ignoto nei suoi dettagli ed ignorato dall'opinione pubblica, di quello incancrenitosi nella sanità! Quante centinaia di migliaia di euro di soldi dei calabresi sono stati già sprecati nelle scorse settimane e si stanno sprecando ancora in questi ultimi giorni di settembre da parte della fallimentare giunta regionale di centro destra, per coprire i costi di un servizio pensato e nato male ed organizzato peggio, senza adeguata condivisione con i territori e senza alcuna promozione?

La denuncia pubblica, relativa al servizio fantasma delle navette pubbliche dalla Sibaritide all'aeroporto di Crotone, è dell'assessore provinciale al governo del territorio della Provincia di Cosenza, Leonardo TRENTO.

Su iniziativa della presidente facente funzioni Antonella STASI - dichiara TRENTO - sono state affidate, per altro ad estate in corso, delle concessioni di trasporto su gomma, ancora una volta al di fuori di ogni logica di mercato e senza alcuna puntuale e necessaria analisi e valutazione dell'effettiva domanda e del reale bacino di utenza territoriale. In più, senza alcuna comunicazione sulle stesse: nessuno sa esattamente da dove partano e dove siano le fermate di carico nelle città del territorio. Non c'è alcuna promozione, di nessun tipo!

Siamo - continua l'assessore provinciale - alla reiterazione dello stesso assurdo meccanismo di spreco di risorse pubbliche largamente consolidatosi in questi ultimi decenni in un settore che non riesce ad essere efficace ed efficiente rispetto alle aspettative dei calabresi che ogni giorno utilizzano il sistema della mobilità pubblica. Nella nostra regione, purtroppo, non c'è alcuna reale corrispondenza tra la domanda effettiva e i bisogni di mobilità dei calabresi e la destinazione delle risorse. Prova ne è i tagli di chilometri dei mesi scorsi, che hanno isolato interi territori della nostra provincia e della nostra regione, che la regione ha posto in essere per dichiarata assenza di risorse! Non c'è territorio della regione, in particolare quelli delle aree interne, che non subisca quotidianamente l'ipoteca di un gap infrastrutturale insopportabile, ingigantito e reso però più odioso dalla continua beffa di servizi di collegamento spesso esistenti solo sulla carta.

Stampa Email

Rocca Imperiale: il Sindaco risponde ai suoi detrattori

Tirato per i capelli da presunti suoi detrattori che lo avrebbero accusato di aver aumentato la propria indennità, il neo-sindaco Giuseppe Ranù risponde a modo suo facendo chiarezza e, dopo aver precisato che «chi svolge una funzione pubblica deve comunque percepire quanto previsto dalla legge» mette nero su bianco e ufficializza la propria indennità e quella percepita nel corso dei dieci anni di consiliatura dal suo predecessore a partire dal 2004. Dalle cifre riportate emerge che l’indennità “netta” percepita dal sindaco di un comune come Rocca Imperiale nel corso degli anni è via via diminuita da 1.753,30 euro nel 2004 fino a 1.535,96 che decorre da giugno 2014. «Mi preme altresì evidenziare - ha aggiunto l’avvocato Ranù - che gli assessori non percepiscono alcuna indennità. Le cifre stanno perciò ad evidenziare la disperazione dei miei detrattori per il fatto che la mia indennità è più bassa di quella percepita dal sindaco precedente, allorquando però nessuno si è accorto di niente». 

           Pino La Rocca

Stampa Email

Gianluca Callipo in visita all'azienda ospedaliera di Cassano Ionio

CASSANO - Oggi 26 settembre, il candidato alle primarie per la carica di Presidente della Regione Calabria, Gianluca Callipo, è stato in visita presso il presidio dell’Azienda Sanitaria Locale n°3 di Cosenza a Cassano Ionio invitato dal direttore del laboratorio analisi dr. Luciano Corrado e dal Comitato Cassano per Gianluca Callipo Presidente.
Gianluca Callipo, accompagnato dal Consigliere Regionale Mario Franchino, dal Sindaco della Città, da una delegazione del Comitato cittadino e da dirigenti democrats locali e provinciali, ha incontrato i dirigenti del poliambulatorio e del laboratorio analisi, oltre che del centro di cure palliative per malati terminali,  prendendo atto dei problemi esistenti come pure delle prospettive di sviluppo.
La sensazione acquisita è che sia l’Hospice sia il poliambulatorio, ed in particolare il laboratorio di analisi, siano dei centri di eccellenza da tutelare nel piano di riordino della sanità calabrese.
Vi sarà dunque un lavoro serio in questa direzione, con l’impegno a far sì che il presidio ospedaliero possa essere arricchito di nuovi, indispensabili servizi.
Il candidato Gianluca Callipo, ha inoltre espresso la volontà di ritornare nuovamente nella nostra Cassano nei prossimi giorni.
Si invita tutto il popolo democratico cassanese a mobilitarsi e partecipare alle primarie del 5 Ottobre. Tutti noi siamo chiamati ad accettare questa sfida di cambiamento e portarla avanti con entusiasmo, per dare finalmente le giuste risposte alla nostra terra con Gianluca Callipo Presidente. È giunta l'ora, adesso, di dare una speranza anche alla nostra Calabria, non sprechiamo questa opportunità.

#AdessoilFuturo

Comitato Cassano per Callipo Presidente

Stampa Email

Campana: domani Consiglio comunale

Seduta straordinaria e urgente, 6 punti all’OdG
Approvazione regolamento IMU, determinazione delle aliquote e delle detrazioni; approvazione del regolamento TARI e determinazione delle tariffe; solidarietà per i gravi atti intimidatori che hanno colpito, nei giorni scorsi, il vicesindaco Andrea LAUTIERI. Sono, questi, i tre principali punti del prossimo consiglio comunale convocato, in seduta straordinaria e urgente, per DOMANI SABATO 27 ALLE ORE 11. In caso di seduta deserta l’assise si riunirà DOMENICA 28 ALLE ORE 15.

Durante l’assemblea si discuterà anche dell’approvazione del disciplinare per l’utilizzo dei pascoli di proprietà comunale (Punto 4) e delle problematiche della Strada Statale 106 Jonica (Punto 5). – (Fonte: Montesanto Sas Comunicazione & Lobbying)  

Stampa Email

Crosia: Bilancio partecipato per una cittadinanza attiva

Sabato 27 Settembre - ore 17 Delegazione municipale Mirto incontro pubblico
Trasparenza nella gestione della cosa pubblica. È, questo, un altro punto fermo dell’Esecutivo comunale di Crosia a guida Russo che continua a far leva sul consenso ed il supporto concreto della gente. E proprio nel solco di questo nuovo percorso amministrativo che in vista dell’approvazione del Bilancio di Previsione 2014, il Sindaco e la Giunta vogliono condividere con la cittadinanza le misure previste nel nuovo esercizio finanziario. Un momento di confronto, questo, propedeutico alla successiva seduta del Consiglio comunale, che sarà chiamato a varare lo strumento economico, ma che si prefigge il più ambizioso obiettivo di approvare, per il prossimo 2015, un bilancio ancora più partecipato e a misura di cittadini e famiglie. Tasse, tributi, imposte, entrate e uscite dell’Ente: tutti coloro che sono chiamati a contribuire alla sussistenza delle finanze pubbliche hanno diritto ad essere informati!
 
Partendo da questo fondamentale concetto di cittadinanza attiva, l’Amministrazione comunale di Crosia ha promosso per SABATO 27 SETTEMBRE ORE 17.00, presso la sede della Delegazione municipale di Mirto, l’incontro “BILANCIO PARTECIPATO 2014 – Condividere… per crescere insieme”.
 
Al dibattito, aperto agli interventi della cittadinanza, interverranno il Sindaco Antonio Russo, l’Assessore al Bilancio Graziella Guido ed il Responsabile del Settore Finanziario Simona Curia, che illustreranno tutte le misure economiche contenute nel Bilancio previsionale 2014.

Stampa Email