Cassano: approvato il PEG

La commissione straordinaria, composta dai vice prefetti Mario Muccio e Roberto Pacchiarotti e dalla dirigente di prefettura, Rita Guida, con i poteri della giunta comunale, in ossequio della normativa in materia, richiamando le norme di attuazione del principio della distinzione tra indirizzo e controllo, da un lato, e attuazione e gestione dall’altro, che assegnano agli organi di governo, le funzioni di indirizzo politico amministrativo, mentre ai responsabili dei settori, i compiti di attuazione degli obiettivi e dei programmi definiti con gli atti di indirizzo, ha discusso e approvato il PEG (Piano Esecutivo di Gestione) relativo al periodo 2018 – 20120.

 

 

Il documento, contiene le schede obiettivo, l’elenco del personale di ruolo e quello del personale contrattualizzato, suddivisi per settori. Il PEG 2018-2010 e il piano degli obiettivi di gestione contengono gli obiettivi esecutivi con indicazioni di performance e l’assegnazione delle risorse finanziarie di entrata e di spesa. Naturalmente, il PEG è coerente con il DUP (Documento Unico di Programmazione) e con le previsioni finanziarie del bilancio di previsione 2018-2010, annualità 2018. Le risorse assegnate ai responsabili di settore, sono adeguate agli obiettivi prefissati. Nell’ambito del Piano di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2018, in particolare, l’amministrazione straordinaria, ha deliberato le misure attuative che interesseranno tutti i settori e relativi responsabili in cui si articola la vita dell’ente locale, con il coordinamento del segretario generale. L’Obiettivo Intersettoriale, inciderà nella misura del 20% della valutazione degli obiettivi complessivamente assegnati ai responsabili. L’atto, prevede l’individuazione dei contratti in scadenza 2018-2019 entro il 15 luglio prossimo; evitare proroghe e affidamenti diretti non giustificati previa predisposizione di un elenco per settore e unico per tutti i settori da parte del segretario generale, per programmare le gare da avviare; Attuazione delle misure previste nel Piano di Prevenzione Corruzione 2018 ed entro il 31 dicembre - Relazione; Verifica delle azioni adottate e predisposizione di una relazione; Inserimento dei dati nelle sezioni previste dal D. Lgs. 33/2013, come modificato dal D. 97/2016, entro il 30 settembre 2018; Monitoraggio e Verifica esatto degli adempimenti dei dati trasparenza; Determina di micro-organizzazione con assegnazione dei procedimenti entro il 30 settembre 2018; Elenco dei procedimenti di ciascun settore, con individuazione dei responsabili e dei tempi di conclusione. Le risorse umane interessate, sono il segretario generale, i responsabili di settore e i responsabili di procedimento nominati. Quanto alle risorse strumentali, si tratta di un obiettivo che occorre monitorare continuamente e che richiede un impegno da parte di tutti i responsabili e dipendenti. L’atto è stato dichiarato immediatamente eseguibile.

Lì, 12.07.2018 Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni -

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna