Castrovillari: rilanciare lo Spoke, priorità assoluta

Per rispondere adeguatamente ai reali bisogni dei cittadini in ambito di assistenza ritracciando una più attinente forma organizzativa che risponda alle nuove esigenze dell’Ospedale e del Territorio.Il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, in qualità di coordinatore della Commissione Sanità nata dall’urgenza di porre azioni, per il rilancio dello Spoke di Castrovillari e della Sanità nel Territorio, ha svolto una riunione , presenti Sindaci, Amministratori, consiglieri comunali, operatori sanitari ed esponenti del Comitato Territoriale delle Associazioni per la tutela della salute e dell’ospedale di Castrovillari.

Durante il momento, tenuto nel palazzo di Città, sono state poste le diverse questioni che ancora angustiano fortemente il nosocomio a partire dall’esigenza di personale in ogni ambito: dall’Unità di Ortopedia al collaudo delle nuove sale operatorie che rimosse piccole anomalie dovrebbero partire ad ottobre e necessarie per rispondere alle varie patologie, ai problemi inerenti posti letto e professionalità di altre Unità sempre più ridotte come soffre ed esprime il laboratorio di analisi ( anche per le quiescenze) e risentirà maggiormente nel periodo estivo senza parlare i lavoro che si sobbarca sempre più dal lavoro territorio; altro problema serio il pronto-soccorso bisognoso di unità e dignità, l’anestesia che deve caricarsi dei bisogni dei diversi reparti, l’oculistica da garantire come Unità Dipartimentale anche per l’alto numero di interventi effettuati, la lungo degenza/ post-acuzie, gastroenterologia , reumatologia con le deficienze che si trascinano le specialistica tra urgenze di nuove capacità per dare risposta e miglioramenti anche strutturali oltre che arredi.A tal proposito è stato redatto un preciso documento che il Sindaco di Castrovillari trasmetterà al direttore dell’ASP, Mauro, al Commissario Regionale, Scura, al Presidente della Regione, on. Oliverio e al Prefetto al fine di segnalare e richiamare l’attuale situazione che preoccupa sostanzialmente operatori e cittadinanza.L’iniziativa, legata al miglior svolgimento di questo percorso congiunto, condiviso e partecipato per ottenere risposte immediate ed adeguate nonché monitorare costantemente scelte, investimenti strumentali ed interventi dell’ASP, si dipana – come è stato detto- a tutela del diritto alla salute e quindi dello stesso spoke come luogo che deve comprendere quei contenuti , come richiama l’atto aziendale, per cui svolge il suo ruolo sul Territorio (nonostante le criticità oggettive e grazie all’impegno ed ai sacrifici di tutti gli operatori) e la legge gli attribuisce con ben 223 posti letto da offrire ed ancora non del tutto disponibili.I servizi con le soluzioni attese per lo Spoke di Castrovillari saranno la testa di ponte di questo impegno che viene rilanciato ancora una volta a più voci per raggiungere, poi, gli obiettivi proposti e da determinare nelle sedi opportune, tra ASP e Regione “su cui - è stato detto- è fondamentale una sostanziale attenzione rispetto alle esigenze di cura dei cittadini per i livelli minimi di assistenza, a rischio se non salvaguardati e potenziati come si deve.

“L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari(g.br.)

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna