La salute è un diritto, non una merce di scambio!

CASTROVILLARI - L’Ospedale di Castrovillari – se quanto si sente dire circa il possibile trasferimento, nella Casa della Salute di Mormanno, dei posti letto di Riabilitazione Intensiva (ben diversa da quella Estensiva!) fosse vero- è ormai diventato da Ospedale Spoke a Ospedale Supermarket. Dove ognuno entra, si serve e sottrae servizi ai cittadini. Incurante se poi ciò comporti anche la sottrazione del diritto alle cure di pazienti gravi e delicati. 

 

Già da anni, ormai, per l’arrogante ignoranza dei “soliti noti” e la complicità di una malapolitica volta solo a “fare piaceri” sulla pelle di chi soffre, i pazienti assai delicati, reduci da situazioni gravi -ictus, infarti, interventi chirurgici, riacutizzazioni di malattie reumatiche invalidanti, ecc.- e con più malattie concomitanti –diabete, ipertensione, anemia e tante altre ancora- sono stati privati, di fatto, del diritto alle cure loro necessarie. Costretti a “migrare” o a provvedere in proprio o, addirittura, a non potersi curare del tutto.Questa vergogna deve cessare!L’Atto Aziendale dell’ASP di Cosenza prevede esplicitamente – e giustamente- i posti letto di Riabilitazione Intensiva negli Ospedali Spoke, e non altrove.Anche alla luce della preoccupata nota stampa diffusa dalle Associazioni che da anni si impegnano nel volontariato, noi delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” vogliamo sapere -e lo vogliamo sapere subito!- perché il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza –Raffaele Mauro- non abbia ancora disposto l’attivazione dei posti letto di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica nell’Ospedale di Castrovillari. Vogliamo sapere -e lo vogliamo sapere subito!- che intenzioni abbia e se ha fondamento l’ipotesi di uno spostamento dei suddetti posti letto, in un ambito – tra l’altro- inadeguato a fornire il necessario supporto terapeutico per l’assenza dei servizi specialistici continuativamente necessari ad affrontare i momenti di criticità clinica. E, sempre a questo riguardo, ci chiediamo cosa stiano facendo Sindaco e Amministrazione di Castrovillari a tutela della salute dei cittadini. Ricordiamo che ci sono delibere consiliari chiare e forti, votate all’unanimità, che imporrebbero un ben diverso atteggiamento nei confronti del progressivo depauperamento dell’Ospedale di Castrovillari e del diritto alla salute delle popolazioni del comprensorio.Noi di “Solidarietà e Partecipazione” facciamo un pubblico appello a quanti hanno ancora a cuore il diritto alla salute dei cittadini. Di certo, noi non resteremo inermi, né silenziosi, né immobili spettatori di fronte alla distruzione della nostra sanità pubblica.

Castrovillari 8 maggio 2018                                              Le Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”


 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna