Fate attenzione ai messaggi subdoli, che in queste ore mandano i sindacati autonomi!
È vero, il Governo ha espresso criticità rispetto alla preintesa sul rinnovo del CCNL Sanità, sottoscritto nelle settimane scorse tra Sindacati Confederali e ARAN. Ma le criticità non sono quelle segnalate dagli autonomi. Anzi! È vero il contrario. Il Governo, infatti, dice che gli aumenti, tutti caricati sul tabellare, sono eccessivi.

E gli autonomi, nel dare voce a queste criticità, danno fiato a chi avrebbe voluto aumenti irrisori: altro che gli 85 euro di media, ma non più di 50 euro lordi!
Lo sanno bene, gli autonomi, che grazie al Sindacato confederale finalmente il Contratto si è sbloccato. Le loro critiche servono solo per perdere tempo, e racimolare qualche voto. Questa è la loro strategia; dopo la tornata elettorale, infatti, correranno all’ARAN, per firmare questa preintesa, come hanno fatto anche in passato.
Ma, a dire il vero, una cosa che a loro non piace c’è, ed è il ritorno alla contrattazione. Perché, se è vero che con la contrattazione il Sindacato riacquista forza collettiva nei confronti della parte pubblica, è anche vero che senza contrattazione, c’è più spazio per le clientele, per i poteri di veto, per l’ottenimento di qualche coordinamento, per la concessione di qualche prebenda in più, ossia c’è posto per ciò che a loro riesce bene.
Là dove non ci sono regole concordate e di valore generale, ci sono solo interessi individuali, a scapito di tutti.
Ecco perché è importante votare FP CGIL: togliamo spazio a chi vuole barattare i diritti dei Lavoratori, per ottenere in cambio favori e clientele per sé stesso e per i pochi intimi.
Ed ecco perché abbiamo voluto ricorrere al Giudice del Lavoro, per restituire ai Lavoratori ciò che gli autonomi hanno fatto togliere, ossia le risorse destinate alle fasce economiche, che loro invece hanno dirottato su straordinari e altre clientele.
Date forza alla FP CGIL, per difendere i diritti di tutti. 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo