Cassano: macchina per i raggi ko al Poliambulatorio

Stop alle radiografie da oltre un mese
Al peggio non c’è mai fine. Ancora una volta ci troviamo costretti, nostro malgrado, a denunciare la grave situazione in cui versano i servizi sanitari, le carenze e i disservizi presso il Poliambulatorio ubicato nella “struttura ospedaliera” di Cassano. Lo sostiene, in una nota, Francesco Garofalo, portavoce del Comitato Spontaneo di cittadini in difesa al diritto alla salute della città delle terme.

Stop alle radiografie. A causa di un guasto all’unica macchina radiografica funzionante, tutti i pazienti che hanno necessità di effettuare dei raggi X sono costretti a rivolgersi altrove.

Cittadini hanno segnalato a questo Comitato la sospensione del servizio di radiologia da oltre un mese. Facile immaginare i disagi a cui sono sottoposti gli utenti, costretti a peregrinare in altre strutture anche per una semplice e normalissima radiografia.
In attesa che la macchina venga riparata, lunghe attese per le prenotazioni.
La radiologia è situata al primo piano del Poliambulatorio lungo il corridoio che collega l’atrio centrale del servizio Ticket e del Laboratorio d’analisi.
Ma la macchina del reparto diagnostico, per cause da accertare da parte del personale addetto alla manutenzione è ancora rotta. Desta comunque perplessità il fatto che un poliambulatorio che registra decine di accessi al giorno abbia una sola macchina per effettuare determinate radiografie.
Sulla natura dell'inconveniente, attendiamo che la direzione sanitaria si esprima ufficialmente circa i tempi di ripristino del servizio.

Molti utenti che si rivolgono al Cup per esami radiografici, alcuni dei quali arrivano da fuori, sono costretti ad aspettare, tornare a casa o a rivolgersi ad altri ospedali.

Come accade spesso in questi casi, è normale che ad un certo punto la pazienza, anche nelle persone più tranquille, ad un certo punto venga meno e lasci il posto alla rabbia, all’irritazione per il disagio tant’è che le lamentele non sono mancate.
 
E’ necessario che la dirigenza generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza comprenda una volta per tutte che il Poliambulatorio di Cassano rappresenta una necessità vitale per la nostra gente, e pertanto non può essere più accettato il protrarsi di continui e reiterati di garanzia dei livelli di assistenza essenziali.
Il protrarsi di una siffatta situazione autorizzerà questo comitato ad assumere una decisione per una grande manifestazione di protesta e di indignazione, per chiedere ancora una volta la sacrosanta tutela del bene salute.
Cassano All’Ionio, 12-04-2018
COMITATO SPONTANEO DI CITTADINI IN DIFESA AL DIRITTO ALLA SALUTE

Il Portavoce
Francesco Garofalo
 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna