La Cgil del Pollino della Sibaritide e del Tirreno, condividendo i contenuti della piattaforma predisposta da Cgil e Uil Regionali, parteciperà, con tutte le sue strutture, alla manifestazione regionale di Giovedì 16 Novembre per chiedere “un cambio di passo per la Calabria”.

Assolutamente inadeguata è l’azione del Governo Regionale su tutti i temi nevralgici per lo sviluppo e la crescita della Calabria e ciò è avvertito e sentito dai lavoratori e dalle lavoratrici, dai pensionati e dai giovani che hanno inteso confermare la loro partecipazione alla manifestazione. Venti saranno, infatti, gli autobus, organizzati dalla Cgil, che dal territorio partiranno alla volta della Cittadella Regionale!!

Nulla si è fatto per garantire il diritto alla salute dei Calabresi, oltre una sterile guerra di potere con il Commissario Scura, e per avviare la costruzione dei tre nuovi ospedali tra cui quello della Sibaritide!!

Nulla si è fatto per cambiare passo nella programmazione e nella spesa dei fondi comunitari che continuano ad essere gestiti in maniera parcellizzata e senza alcun sistema che ne garantisca il controllo e la tracciabilità!!

Nulla si è fatto per costruire un piano straordinario del lavoro che consentisse di frenare la emigrazione giovanile e che potesse ridare dignità ai cittadini Calabresi!!

Troppe le promesse non mantenute nei confronti dei precari Calabresi da un Governo Regionale che non riesce a rispettare gli accordi che sigla, che avvia tirocini formativi senza aver predisposto quanto necessario per garantire il pagamento delle spettanze agli aventi diritto e che nulla ha legiferato sul concordato strumento di contrasto alla povertà che doveva servire per non far spegnere la fiammella della speranza delle migliaia di famiglie che vivono in condizioni di disperazione.

Serve un cambio di passo, ma soprattutto serve una diversa Idea di Governo della Calabria. E’ arrivato il momento di dire basta ad un modello di governo che fa della precarietà lo strumento di ricatto su cui costruire le fortune della politica privando della libertà lavoratori, imprese, amministrazioni locali. Basta con i bacini di precariato utili per costruire il consenso politico, basta con la parcellizzazione della spesa pubblica utile solo alle prossime campagne elettorali, basta con un modello costruito per garantire poltrone e non funzionale ai bisogni della collettività!

Il 16 Novembre ci sbarazzeremo del modello costruito sull’egocentrico IO e dalla piazza, quella libera, democratica e plurale, si partirà verso una nuova primavera!!


Castrovillari, 14/11/2017
Il Segretario Generale
Giuseppe Guido 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo