“Siamo alle solite, il bue continua a dare del cornuto all’asino” – così il Sindaco di Cassano All’Ionio Gianni Papasso ha commentato sia quanto è apparso in data 10 agosto sulla pagina Facebook “La Calabria che vuoi”, sia la dichiarazione a firma dei consiglieri di minoranza.

“I depuratori sequestrati sono l'ennesimo segnale che le politiche ambientali sono allo sbando”, così inizia il post apparso sulla pagina che fa capo a Gianluca Gallo, ex Sindaco di Cassano ed ex Consigliere regionale. “Soldi spesi inutilmente mentre la Procura sequestra i depuratori e la stagione estiva va a rotoli”, è il titolo dell’articolo dato in pasto ai media dai consiglieri di minoranza.

“Si straparla a vanvera come al solito – continua Papasso – come il nulla di alcune argomentazioni è talmente evidente che sarebbe superfluo anche rispondere a certe invettive. Tuttavia, appare strano che alcune accuse possano arrivare da chi ha lasciato un Comune così allo sbando, da rendere l’impegno della sua ripresa difficilissimo. Nel 2012 ogni settore dell’Ente era in condizioni davvero pietose”.

“Voglio ricordare anche che proprio nel mese di luglio di quell’anno, furono sequestrati tutti i 6 depuratori perché da oltre 5 anni non si smaltivano i fanghi. Sotto la mia amministrazione sono finiti sotto sequestro due impianti, è vero, ma non per incuria o irresponsabilità. L’impianto di Bruscate, sotto sequestro per sole 24 ore, è andato in tilt per un’imprudenza della ditta incaricata della manutenzione che messo in funzione la terza vasca quando non era necessario. Il problema è stato risolto immediatamente”

“Per quanto riguarda l’impianto di depurazione dei Laghi di Sibari, il guasto è dovuto al fatto che arriva dalle darsene una portata d’acqua eccezionale. Ma il sottoscritto, appena avvisato del problema non ha perso tempo e ha attivato subito una task force per risolvere in tempi brevissimi il problema”.

“Certo che però fa sorridere che l’operato di un’amministrazione il cui impegno e lavoro sono sotto gli occhi di tutti, debba essere messo in discussione da quattro strilloni populisti che, avendo memoria molto corta, pare abbiamo obliato quanto è stato fatto sotto la loro gestione. Allora mi permetto di rifrescare loro la memoria. Da che cosa partiamo? Dal Centro Polifunzionale delle Grotte di Sant'Angelo costruito e mai utilizzato i perché costruito su una paleofrana? Dallo scempio della nostra bellissima Villa Comunale, unico polmone verde del paese sacrificato sull’altare del cemento? O vogliamo parlare del mostro che ha ingoiato l’Arena Centrale nel cuore del centro storico per restituire un ammasso informe e non più fruibile? E poi ancora il demanio pubblico finito in mano ai privati senza colpo ferire con atti usucapione, un agrumeto autorizzato in piena area SIC nella riserva naturalistica del Crati, debiti e multe accumulate per migliaia di debiti che ha pagato la mia amministrazione e tanto altro ancora. Ma vogliamo fermarci qui per carità di patria”.

“L’impegno dell’Amministrazione Papasso per l’ambiente è davvero notevole. E per quanto riguarda l’accusa di aver sprecato i soldi a “tarallucci e vino” o in “serate a base di fritto”, che dire? I signori della minoranza sono così distratti dal loro sport preferito che è quello di buttare fango sulla mia amministrazione, che non vedono ciò che accade loro intorno. Sibari è al centro di un progetto di sviluppo che riguarda l’area di grande rilevanza turistica magno greca. Distretto della Magna Grecia, Museo di Sibari, Salone Nautico, ripristino Canale dello Stombi, sono solo alcuni dei progetti messi in cantiere da questa amministrazione per far prendere il largo a Cassano. Questi sono i fatti concreti. Le chiacchiere inutili, dettate da rabbia e livore, lasciano il tempo che trovano. E per quanto riguarda Magistratura e Forze dell’Ordine, che ringrazio sempre per il loro egregio lavoro, sono stato sempre il primo a chiedere con forza che la verità, quella che sta nei fatti e non nelle parole, venga sempre a galla”.

Eleonora Gitto
Staff Sindaco Papasso 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo