Forza Italia Rossano: Sulla questione migranti il Pd ha fallito  
ROSSANO  – La neo questione meridionale sull’incapacità di gestire il fenomeno della invasione da parte dei migranti ci preoccupa e non poco. Pertanto, non possiamo che sposare l’iniziativa del Coordinamento Regionale Calabria di Forza Italia e la mozione presentata alle alte cariche dello Stato affinché non colpiscano al cuore, ulteriormente e definitivamente, un territorio che oggi cerca nella fusione delle città di Rossano e Corigliano una possibilità di sviluppo. 

A riferirlo è Natale Chiarello, responsabile insieme a Silvio Licciardi, del coordinamento cittadino di Forza Italia Rossano, chiarendo la posizione del partito rispetto alla proposta del Governo di attivare un Hot-spot migranti nella vicina Corigliano.  Si abbia la capacità – dice Chiarello - di prendere atto del fallimento delle scelte dei Governi post Berlusconi per quelle che è stata la politica estera e le drammatiche conseguenze che ha generato l’ingloriosa primavera araba. Si è preferito andare con il cappello in mano e accettare supini le scelte di invasione che oggi hanno portato ai profondi disagi sociali dei territori italiani, stuprati nelle loro identità, e che hanno alimentato una pericolosa xenofobia, per ora e ringraziando Dio solo virtuale e social, che nulla a che vedere con i valori dell’accoglienza di cui l’Italia è sempre stata porta bandiera. Sulla questione – aggiunge Chiarello – attendiamo una posizione forte, anche da parte della Regione e del Governatore Oliverio, affinché faccia sentire la sua opinione e manifesti la sua volontà in termini di scelte. Si abbia il coraggio di dire no agli Hot-spot e alle tendopoli offerti dal duo Gentiloni-Minniti ed intervenga sulle autorità portuali affinché possano seguire il volano di sviluppo economico turistico produttivo offerto dai vantaggi delle zone economiche speciali, proprio ad appannaggio delle aree portuali depresse come quella di Corigliano-Rossano. Certo, il silenzio della Regione in questo momento sembra un assenso al disegno del Governo del PD. Insomma, un copia e incolla di atteggiamenti che conosciamo come procedura consolidata e attuata a più round con la sanità, i trasporti, le trivelle, i rifiuti e l’ambiente. Sono certo – prosegue - che la forte presa di posizione Forza Italia, servirà a smuovere le coscienze di quanti hanno deciso di affermare il principio di identità territoriale oltre che di appartenenza ad una Regione che attende il risveglio delle nuove generazioni che hanno voglia e metodo di affrontare i temi di sviluppo che intendono sdoganare definitivamente l’incoerenza ed il fallimento dell’ex Premier Matteo Renzi a dimostrazione del fatto che la giovane generazione delle classi dirigenti non si arrende alle volontà dei dettati dell’Unione Europea, anzi, li discute, li affronta, ne stimola i percorsi tenendo con tenacia – conclude - la barra dritta verso il bene comune e l’identità nazionale nel rispetto delle libertà individuali.

Forza Italia - Coordinamento Provinciale Cosenza
 

 


Commenti   

+2 #1 Boh 2017-07-12 20:14
La questione meridionale la riconoscete adesso? Per anni, anzi decenni avete pubblicizzato lo stato leggero, la dipartita del sistema pubblico, impoverendo molto di più i territori fragili come la sibaritide. Di questioni pretestuose, di discussioni adoperate ad arte per ridarvi la verginità politica dopo le schifezze partorite. Ora vi interessa lo sviluppo del territorio, perché il porto, fino a ora sottoutilizzato, per voi è sempre stato un fiore all'occhiello.... bah se non fosse stato per le vostre questioni personali vi sareste anche accodati a quel tizio che in barba al pai e alle questioni vere e critiche della nostra costa voleva il porto all'enel.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo