Rossano: inaugurata l’opera donata alla città da Ricicl’Art

Un albero di ulivo, icona identitaria, culturale, religiosa, economica e sociale di Rossano realizzata con cofani, marmitte e cavi d’acciaio. Del colore dell’oro, che poi è quello dell’olio, prodotto prezioso e antichissimo, linfa vitale. Collocata ad un incrocio per invitare al rispetto dell’ambiente, della natura e del codice della strada, lì a pochi passi dalla SS 106. Si presta a mille interpretazioni l’opera dell’artista Giovanni DALUISO che l’associazione RICICL’ART ha ufficialmente consegnato alla Città, questa mattina (domenica 17).

Il taglio del nastro, cerimonia partecipata, è stato operato dal Sindaco Giuseppe ANTONIOTTI, dal Presidente Walter PULIGNANO e da Don Umberto SAPIA che ha impartito la benedizione, offrendo un’ulteriore chiave di interpretazione alla scultura. L’ulivo, simbolo di pace e salvezza.

GOLDEN FAITH - FEDE DORATA. È, questo, il titolo dell’opera dell’artista rossanese.
 
“I sentori del mosto d'olio che aleggiano e si sposano con i profumi del mare – ha spiegato DALUISO -  mi hanno invitato e sfidato a rappresentante l'anima di Rossano, non attraverso i ricchi e imponenti reperti della sua storia ultra millenaria, bensì attraverso la sua natura ed i suoi prodotti, la "Dolce di Rossano", cultivar millenaria di ulivo, specifica del territorio. Cofani d'auto, marmitte, cavi d'acciaio usurati, e altre reliquie di una società governata dalle auto – ha dettagliato - danno vita all'albero che ci àncora alla nostra storia e ci invita al rispetto dell'ambiente. La scultura – ha aggiunto - presenta due colori diversi, dorato e grigio che simboleggiano il piombo che man mano si trasforma in oro, la ricerca alchemica della pietra filosofale, trova in GOLDEN FAITH piena espressione artistica”.

La materia diventa, quindi, la vera protagonista dell'opera, infatti la sua natura e lavorazione, sono il messaggio stesso che l'artista vuole esprimere. Esempio riuscitissimo di arte informale. 

RICICL’ART – ha detto Walter PULIGNANO – ha mantenuto come costante la sua anima itinerante e sperimentale, cambiando ed innovandosi di edizione in edizione. Dalle mostre di opere realizzate con materiale riciclato ospitate prima sulla spiaggia, poi negli edifici abbandonati, nelle strutture sportive e nei palazzi del centro storico non ancora inaugurati, fino al nuovo format: un’opera d’arte da donare alle città di Corigliano e Rossano, per creare un ponte simbolico fra le due comunità con l’auspicio che siano sempre più vicine. 

Il sindaco Giuseppe ANTONIOTTI, complimentandosi con il sodalizio guidato da Walter PULIGNANO, ha ringraziato l’Associazione per l’impegno profuso dal 2006 nella sensibilizzazione, dal basso, partendo dalle scuole, per il rispetto dell’ambiente, per la promozione della raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti. Se Rossano è una Città pulita, decorosa e di esempio nell'intero territorio, per la diffusa sensibilità ambientale, ciò lo si deve, insieme all’impegno dei cittadini, anche all’attività di associazioni come RICICL’ART e di società come la ECOROSS. Preoccupato ed impegnato, con tutti gli uffici coinvolti, per e sui gravi disagi che le straordinarie piogge di questi giorni hanno arrecato a diversi nostri concittadini ai quali stiamo dando massima assistenza - ha chiosato ANTONIOTTI - non ho voluto tuttavia sottrarmi, seppur per pochi minuti, a questo momento culturale condiviso e dall'alto valore pedagogico. 

Alla cerimonia di inaugurazione dell’opera d’arte erano presenti anche il fiduciario della Condotta Slow Food Sibaritide Pollino, partner dell’evento, Lenin MONTESANTO, i consiglieri comunali Adele OLIVO e Piero LUCISANO, il dirigente comunale ai servizi generali Leonardo CALAROTA, Giovanni CARUSO della sezione cittadina dell’UDC e l’assessore al turismo Guglielmo CAPUTO. Staff RICICL’ART al completo. Oltre al Presidente Walter PULIGNANO erano presenti anche Lucia PASSAVANTI, Cinzia TRAINO, Fabio ZUMPANO, Gennaro PULIGNANO, Daniela RAPANI, Lucia PUCCI, Daniela GALLINA, Ketty CAMPANA, Mariella CARICATO, Giorgio BORGOGNO, il direttore artistico Francesca SAPIA e  Eugenio PULIGNANO, Amministratore della BIECO Srl, società sponsor, insieme alla ECOROSS, dell’evento. – La settimana RICICL’ART si concluderà SABATO 23 prossimo, a Corigliano, con l’inaugurazione dell’opera di Francesco MIRENZIO a Schiavonea, alle 10,30; e , presso il Castello Ducale, alle ORE 17, la chiusura ufficiale con il 71° Cafè Philo di Otto Torri sullo Jonio ed il momento identitario in collaborazione con la condotta Slow Food Sibaritide Pollino.  - (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Stampa Email

Cassano: rilancio Marina di Sibari , il Sindaco incontra gli operatori turistici

Il Sindaco di Cassano allo Ionio Giovanni Papasso ha incontrato ieri pomeriggio nell’Aula consiliare “G. Bloise” di Palazzo di città gli operatori turistici e commerciali del villaggio di Marina di Sibari. Tema dell’incontro: l’illustrazione del nuovo progetto per Marina di Sibari, redatto nell’ambito dei PISL, di cui Cassano All’Ionio risulta essere beneficiario. Presenti, altre al Sindaco, anche l’Assessore municipale all’Urbanistica, Paola Grosso; il Responsabile del Settore Tecnico Comunale, Nicola Bruno; l’ Ing. Antonino Alvaro della Sigeco Engineering S.r.l., che ha redatto il progetto. In apertura dell’incontro, che ha visto la partecipazione numerosa di quasi tutti gli operatori di Marina di Sibari, l’Asessore comunale Grosso, unitamente al Responsabile del Settore Tecnico Comunale ed al tecnico progettista, per somme linee hanno illustrato il progetto, il quale, sia pur ancora aperto ai suggerimenti degli operatori interessati, prevede la riqualificazione delle piazze principali di Marina di Sibari, la realizzazione di tre aree di parcheggio ed il prolungamento della pista ciclabile sino al Museo Nazionale della Sibaritide. Si tratta di un progetto di mobilità sostenibile che, nelle intenzioni di Palazzo di città, dovrà essere avviato a progettazione esecutiva entro l’anno ed appaltati entro il 2014. Dopo l’esaustiva relazione dei tecnici e le utili osservazioni da parte degli stessi operatori commerciali e turistici di Marina di Sibari, ha concluso il Sindaco di Cassano Allo Ionio, Giovanni Papasso, per il quale “E’ stato un incontro proficuo che rappresenta l’inizio di una fattiva e concreta collaborazione tra l’Ente Pubblico e gli operatori commerciali e turistici a Marina di Sibari ”, ha commentato il sindaco di Cassano allo Ionio Giovanni Papasso – Questa è una scelta di carattere politico, abbiamo mirato, con questa prima linea di intervento, in primis  a migliorare il complesso commerciale di Marina di Sibari. Ovvero quello che colpisce al primo impatto il visitatore del villaggio turistico. Si tratta di un finanziamento importante – ha spiegato il Sindaco -  di cui ringrazio l’Assessore regionale al Bilancio Giacomo Mancini, ma a cui partecipa anche il Comune in coopartecipazione, con una quota pari a 212.000 euro. Utilizzate poi le risorse per riqualificare l’area commerciale, resterà poi da sistemare le problematiche dei sottoservizi e del completamento o rimodulazione delle opere di urbanizzazione primarie. Anche su questo fronte siamo impegnati a ricercare la giusta soluzione. Il nostro è un impegno a 360° per il turismo e per il rilancio di Marina di Sibari”.

Cassano all’Ionio, lì 16 novembre 2013
                      Ufficio Stampa del Sindaco

Stampa Email

Tutela ambiente,ecco i 10 comandamenti

Ricicl’Art apre con memorandum su tutela Creato .
Rossano – Non avrai un altro pianeta all'infuori di questo, difendilo! I 10 comandamenti ispirano la redazione del Memorandum sulla tutela del Creato e sul riuso creativo dei rifiuti sul quale sono stati impegnati, questa mattina (sabato 16), gli studenti delle scuole superiori dell’Area Urbana Corigliano-Rossano chiamati a portare il proprio contributo all’inaugurazione ufficiale dell’8°edizione di RICICL’ART, l’evento che si concluderà il prossimo SABATO 23 NOVEMBRE nella Città di Corigliano.

Dal Liceo Classico al Liceo Artistico “San Nilo”, dall’Itis al Liceo Socio-Pedagogico, dall’Istituto Agrario al Liceo Scientifico di Rossano, fino al Liceo Classico e Scientifico di Corigliano. Erano più di 150 gli studenti presenti nella Sala Rossa che, accolti da Cinzia TRAINO e dallo staff, insieme ai docenti accompagnatori, hanno assistito e dibattuto, attenti e curiosi, con gli ospiti intervenuti e moderati da Lenin MONTESANTO, fiduciario della Condotta Slow Food Sibaritide Pollino, partner dell’evento. 

“RICICL’ART è un’occasione importante per promuovere lo sviluppo sostenibile e per un diverso approccio ai rifiuti che non può fare a meno che partire dal basso, dai comuni, dai cittadini, dai giovanissimi. (…). Di fronte ai progressivi cambi climatici e alla crisi fiscale, lo sviluppo sostenibile è l’obiettivo a cui dobbiamo riferirci con forza e convinzione. (…). Disponiamo, soprattutto nel nostro Mezzogiorno, di ingenti risorse e materiali per cambiare il nostro sistema di produzione di consumo per diversificare gli investimenti, per liberarci dalla dipendenza dei combustibili fossili, per gestire i vari rifiuti al meglio, per ridurre la dispersione di risorse non sfruttabili, di risorse minerarie sempre più scarse; per superare, in sostanza, la logica dello spreco e della crescita continua dei consumi”.

Sono, questi, alcuni dei passaggi del video messaggio al quale il vicepresidente vicario del Parlamento Europeo Gianni PITTELLA, da Bruxelles, ha affidato il saluto e l’apprezzamento per l’iniziativa promossa da RICICL’ART e dai suoi partner. A questo si è aggiunto anche quello del Presidente della Repubblica Giorgio NAPOLITANO che non ha fatto mancare, anche per l’edizione 2013, parole di stima per l’evento che vedrà, da domani (DOMENICA 17), installate nelle due Città di Rossano e Corigliano, due opere d’arte realizzate con materiale riciclato.

Due opere – ha detto il Presidente Walter PULIGNANO raccontando l’evoluzione dell’evento nato nel 2006 - due presenze fisse, una mostra permanente per ricordare l’impegno che tutti devono assumersi nella tutela dell’ambiente e del creato.  – Da 7 edizioni – ha sintetizzato il direttore artistico Francesca SAPIA, illustrando nel dettaglio quello che sarà l’evento – lo staff ed i volontari di RICICL’ART si sono colorati le mani di terra e vernice, senza risparmiarsi, per promuovere la tutela dell’ambiente e il riuso creativo dei rifiuti e diventando così, nel tempo, punto di riferimento dell’arte contemporanea. 

ECOLOGIA DELL’UOMO. Si sintetizza in queste parole l’intervento di Don Pino STRAFACE che ha raccolto le tracce della necessità di tutelare il creato anche nelle pagine della Bibbia, citando l’Arcivescovo Mons. Santo MARCIANÒ e Papa FRANCESCO. Dalla Genesi alla descrizione dell’inferno. Se si maltratta l’ambiente – ha detto – si maltratta se stessi.  

L’era del consumismo – ha detto l’assessore comunale alla pubblica istruzione Stella PIZZUTI -  sembra stia arrivando al capolinea o, quanto meno, si ridimensiona lasciando alle sue spalle tutti quei concetti di “usa e getta” che hanno caratterizzato buona parte delle logiche economiche degli ultimi anni, sia dei consumatori che delle aziende. – L’assessore all’ambiente di Corigliano Marisa CHIURCO, stimolando gli interventi degli studenti, si è soffermata sull’importante ruolo che hanno le associazioni per sensibilizzare a fare economia dei rifiuti. Erano presenti in sala anche il consigliere comunale di Corigliano Jole SPOSATO, il consigliere provinciale Ernesto RAPANI. Sono intervenuti inoltre Lucia PUCCI dello staff tecnico, il dirigente comunale Giuseppe PASSAVANTI ed Eugenio PULIGNANO della BIECO Srl.

L’evento, sponsorizzato da BIECO ed ECOROSS, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Cosenza e dai due comuni di Corigliano e Rossano, e organizzato in partnership con la Diocesi Rossano – Cariati e l’associazione Otto Torri sullo Jonio, prevede per domani DOMENICA 17 ALLE ORE 10.30 A ROSSANO SCALO, presso la rotonda della rampa che da Viale S.Angelo conduce alla SS.106, l’opera di Giovanni DALUISO  - (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Stampa Email

Villapiana: nessuna rottura unilaterale per la gestione della piscina comunale

Nessuna rottura unilaterale sulla questione della gestione della piscina comunale: il divorzio tra l’amministrazione comunale e la Cogeis srl di Cosenza che ha gestito la piscina comunale fin dalla sua apertura è stato preceduto da una lunga e complessa transazione ma è avvenuto in modo consensuale e senza alcuno strascico. E’ quanto ha tenuto a precisare il sindaco Roberto Rizzuto in risposta a qualche articolo di stampa che aveva adombrato l’ipotesi di un abbandono unilaterale dal parte della Cogeis. «Per quel che ci riguarda – ha dichiarato testualmente il primo cittadino di Villapiana – esprimo al management della Cogeis che ha gestito la struttura fino ad oggi la gratitudine dell’amministrazione e della città. Ritorno a ringraziare, in particolare, - ha aggiunto Rizzuto - il legale della società, avvocato Marco Facciolla, per la professionalità e la correttezza con le quali ha curato gli interessi di parte nella transazione con il nostro comune. Allo stesso tempo – precisa e conclude Roberto Rizzuto – ritengo utile sottolineare che ogni intervento, anche recente, eseguito nella struttura da parte della Cogeis, è stato oggetto della transazione e resta parte integrante della complessiva e reciproca valutazione economica, sulla base della quale le parti, società e comune, hanno trovato e concluso un ampio accordo». Come è noto, a seguito del suddetto divorzio, la gestione della piscina è stata affidata alla municipalizzata BSV, la qual cosa, secondo quanto hanno dichiarato gli amministratori, dovrebbe portare alla imminente riapertura di un servizio ritenuto essenziale per Villapiana e per i paesi vicini da cui proviene gran parte dell’utenza.
     Pino La Rocca

Stampa Email

Trebisacce: ancora problemi nella normale erogazione dell’acqua potabile

Continua in paese la penuria di acqua potabile al punto che ogni giorno in alcuni quartieri della Marina il flusso del prezioso liquido viene sospeso, con gli immancabili disagi e le conseguenti proteste da parte di tanti cittadini, soprattutto perché, nonostante gli interrogativi e gli appelli lanciati soprattutto attraverso il web, da parte degli amministratori tardano ad arrivare le necessarie risposte. Prolungata siccità, guasti e/o rotture sulla rete, difetti di distribuzione? Forse di tutto un pò, ma basterebbe fornire alle famiglie l’informativa necessaria a giustificarne le cause. Delle lamentele si è fatto portavoce il consigliere di Minoranza Davide Cavallo il quale, appellandosi all’ex articolo a14 dello Statuto comunale ha scritto: «-Stante il verificarsi della sospensione del servizio idrico in diversi quartieri del comune di Trebisacce, in particolar modo nella zona cosiddetta di “Sant’Antonio”; -visti gli artt. 43, comma 3, del D.Lgs. 267/2000 e 14 dello Statuto Comunale; -avendo ricevuto sollecitazione da molti cittadini che hanno denunciato il grave disagio che si vedono costretti ad affrontare, ignari della cause per cui si verifica il disservizio, -chiede di conoscere le ragioni e/o cause che determinano la sospensione del servizio idrico e comunque la mancanza di fornitura idrica nelle abitazioni dei cittadini di Trebisacce». Si tratta di un argomento di cui sicuramente si ragionerà nel corso del prossimo consiglio comunale che dovrà essere convocato, ope legis, entro il 30 novembre per l’approvazione del Bilancio di previsione 2014 quando siamo già prossimi alla fine dell’anno. Anche per questo, ma anche per poter conoscere più da vicino le problematiche correnti, i tre consiglieri di Minoranza Sposato, Cavallo e Corvino, attraverso una nota congiunta, hanno chiesto la convocazione del civico consesso con all’ordine del giorno la formazione delle Commissioni consiliari permanenti “Bilancio e programmazione” e “Ambiente e Territorio”, previste all’art. 11 dello Statuto comunale e disciplinate dall’art. 7 del regolamento dello stesso consiglio comunale. «Ritenuto – scrivono i tre dell’Opposizione - che la mancata costituzione delle Commissioni lede il principio di partecipazione e controllo da parte della Minoranza rispetto all’operato dell’amministrazione comunale in quanto organismi la cui presenza garantisce ai consiglieri di Minoranza di conoscere le questioni più importanti, di dare il proprio apporto alla valutazione delle stesse e di partecipare alla loro definizione…, chiedono al presidente del consiglio comunale Giampiero Regino di voler convocare, entro il termine di cui all’art. 39 del T.U.E.L., un consiglio comunale con all’o.d.g. la costituzione delle Commissioni consiliari permanenti».

     Pino La Rocca

Stampa Email