“Porte Aperte: Villapiana che accoglie”,Prima Edizione

Il Comune di Villapiana e l’Associazione Culturale Multietnica La Kasbah ONLUS celebrano la Giornata Mondiale del Rifugiato in programma martedì 26 giugno a partire dalle ore 18.00 nel Centro Storico di Villapiana.
Il comune di Villapiana, aderendo alla rete SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) ha scelto di aprire le proprie porte all’accoglienza e all’integrazione per coloro che sono alla ricerca di un luogo dove rincominciare a vivere e a nutrire speranza per il domani. Per testimoniare questa scelta, per vivere questa esperienza in empatia con tutto il territorio, il comune di Villapiana (ente titolare del progetto SPRAR), e l’Associazione Culturale Multietnica La Kasbah ONLUS (ente gestore del progetto SPRAR),

 

 

 

hanno deciso di celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato nell’ambito dell’evento “Porte Aperte: Villapiana che accoglie”, un appuntamento finalizzato ad offrire a tutta la comunità e ai beneficiari del progetto l’occasione di incontrarsi e conoscersi, condividendo un momento culturale e di convivialità, per scoprire insieme come ciò che unisce i popoli sia molto più di ciò che li divide. Chi è il migrante? Da dove viene? Cosa cerca? Perché fugge dalla propria casa? Cosa spinge uomini, donne e bambini ad intraprendere viaggi che spesso hanno tragici epiloghi? Per rispondere a queste domande gli organizzatori hanno deciso di invertire i ruoli dell’accoglienza. Questa volta saranno infatti i beneficiari del progetto ad accogliere la cittadinanza e a raccontarsi. Lo faranno attraverso due mostre, una fotografica e una legata al disegno. Le opere, frutto del lavoro dei beneficiari dei progetti appartenenti al Coordinamento Provinciale SPRAR Cosenza, saranno visitabili presso la sede del progetto SPRAR di Villapiana, sita nello stupendo centro storico del paese, in piazza Rodolfo Ettorre. Sempre all’interno dello storico edificio, sarà possibile assistere alla proiezione del cortometraggio “Non sono razzista ma…”, nato dalla collaborazione tra attori, professionisti e amatori, del territorio e alcuni beneficiari del progetto SPRAR, mentre i più piccoli potranno partecipare al laboratorio creativo “Costruiamo insieme la nostra fiaba!”. Non mancheranno momenti di comunione culinaria grazie all’esperienza del Fusion Food, che permetterà, a tutti coloro che parteciperanno, sia di scoprire i sapori inediti della cucina etnica, forte di gusti e fragranze esotiche ed evocative, sia di gustare le pietanze mady in Italy frutto della creatività delle associazioni partner dell’evento, in un connubio culinario che propone anche a tavola il valore del meticciato culturale. Ad allietare ulteriormente quello che sarà un momento di festa, contribuirà, con l’incanto delle proprie note jazz e del DJ-set, Danilo Perticaro, artista capace di creare legami emozionali attraverso la musica. Il Comune di Villapiana e l’Associazione Culturale Multietnica La Kasbah ONLUS, in collaborazione col Servizio Centrale SPRAR, e in partenariato con il Coordinamento Provinciale SPRAR Cosenza e la Cooperativa Sociale Le Nove Lune ONLUS, danno dunque appuntamento a tutto l’Alto Jonio Cosentino per un evento, la cui valenza si fa forte di un messaggio tanto chiaro, quanto univoco: imparando a conoscerne la realtà, complessa, spesso volutamente mal raccontata della migrazione, le distanze concettuali si annullano.
Pino La Rocca 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna