Castiglione di Paludi: Sindaco e Amministrazione “muti”

In questi ultimi anni, proseguendo la mia “attenzione” all’area archeologica di Castiglione, ho comunicato al Comune di Paludi, che ha espropriato l’area e deve curarne la manutenzione, ed in particolare al Sindaco, alcune situazioni molto importanti, oltre a tanti comunicati resi pubblici. Le sottostanti comunicazioni ed i tanti solleciti al Comune ed al Sindaco Domenico Baldino, regolarmente protocollati, non hanno avuto alcun riscontro né tantomeno è stato reso pubblico qualche provvedimento amministrativo e non si è intervenuto provvedendo a sanare le situazioni.

 

CASTIGLIONE

oggetto

data

destinatario

consegna

Comune

protoc. n.

parcheggio

08/06/2015

Sindaco

08/06/2015

1451

parcheggio

29/01/2016

Sindaco

29/01/2016

240

parcheggio

04/04/2016

Sindaco

04/04/2016

782

parcheggio

02/05/2017

Geometra

02/05/2017

873

parcheggio

06/10/2017

Sindaco+Geom

06/10/2017

2327

caccia

31/05/2016

Sindaco + altri

01/06/2016

1275

caccia

12/09/2016

Sindaco

12/09/2016

1984

varie

29/01/2016

Sindaco

29/01/2016

240

varie

23/11/2016

Sindaco

24/11/2016

2644

varie

26/06/2017

Sindaco

26/06/2017

1335

varie

23/05/2018

Sindaco+Sopr

23/05/2018

1731

lavori POR-FESR

18/07/2015

Sindaco

20/07/2015

1844

lavori POR-FESR

02/09/2015

Sindaco+altri

03/09/2015

2127

lavori POR-FESR

27/10/2016

Sindaco+Vitti

28/10/2016

2665

 

In particolare ho chiesto e sollecitato:

= come per Legge il divieto della caccia che è stata regolarmente esercitata anche quest’anno e confermata dai numerosi bossoli vuoti,

= la verifica della superficie del parcheggio per probabile “occupazione” di privati, oltre alla proposta, se necessario, di eventuale allargarmento in piano per accogliere più automezzi,

= la chiusura di un cancello aperto da molti anni e la riparazione dei danni arrecati, in particolare, alla recinzione in vari punti della rete da cui entrano animali di tutte le specie che possono arrecare gravi danni ai blocchi di arenaria. Per esempio ancora oggi la rete di fianco al cancello lato Coserie, in prossimità della porta est, non è fissata, è semplicemente agganciata per cui chiunque la può spostare ed avere così un’entrata di oltre un metro da cui possono accedere, oltre agli animali soprattutto bovini, anche persone malintenzionate - c.d. “tombaroli” - NON VISTE (salendo dal torrente Coserie) - per scavare abusivamente nel sito e portare via (RUBARE) reperti e monete trovate oltre che procurare eventuali danni.

Altro che interesse per Castiglione: ZERO!

Palmino Maierù – 14/6/2018

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna