Bastavittime106: delusi da Oliverio

Il Presidente della Giunta Regionale non accoglie la richiesta avanzata dall’Associazione
“Dopo con il Dottor Armani percorreremo l’Autostrada”. Con queste parole il Presidente della Giunta Regionale Oliverio non accoglie la proposta che nei giorni scorsi aveva avanzato l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, secondo cui, avrebbe potuto (e dovuto), accompagnare a Catanzaro Armani, l’Amministratore Delegato di Anas – Gruppo FS Italiane, attraversando la strada Statale 106.

 

L’Associazione, nei giorni scorsi, aveva colto l’occasione per lanciare un pubblico appello al Presidente della Giunta regionale Oliverio a cui aveva chiesto, appunto, di accompagnare Armani sulla S.S.106, cogliendo la storica occasione di fargli conoscere con i propri occhi lo stato in cui oggi versa la famigerata e tristemente nota “strada della morte”.

L’Associazione riteneva necessario far comprendere, direttamente ad Armani, lo stato di abbandono e di arretratezza in cui versa la S.S.106 a Sud di Sibari per effetto dei mancati investimenti che da decenni mancano (o sono stati sottratti alla “strada della morte”), ma Oliverio ha deciso diversamente e questa scelta, ovviamente, delude il nostro sodalizio che avrebbe preferito, inoltre, che ad Armani venissero riferiti anche i numeri delle vittime, dei feriti e dei sinistri provocati negli ultimi venti anni sulla S.S.106.

Il Presidente della Giunta regionale Oliverio, invece, ha preferito accompagnare Armani sull’autostrada e, in tutta franchezza, c’è anche da capirne le ragioni: basti pensare che per arrivare da Sibari a Catanzaro attraversando l’A2 bisogna percorrere 165 chilometri in due ore ed in buona sicurezza mentre per arrivare da Sibari a Catanzaro attraversando la S.S.106 bisogna percorrere 175 chilometri in tre ore e mezza ed in condizioni di grande rischio.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” pertanto è profondamente delusa dal Presidente della Giunta Regionale: quanto sangue è stato versato sull’asfalto della S.S.106? Quante lacrime? Per questa ragione (e non solo per questa), sarebbe stato importante che l’Amministratore Delegato di ANAS – Gruppo FS Italiane Gianni Vittorio Armani avesse potuto comprendere la realtà della S.S.106 nella sua drammaticità più profonda. Sarebbe stata una scelta utile all’interesse collettivo ma anche doverosa nei confronti di quanti sulla S.S.106 hanno perso la vita, hanno perso tutto.

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 10 Maggio 2018

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna