Sibari e la Costa dei Tre Miti: Italo, Ulisse e Federico

Finanziato il progetto presentato dall'aggregazione dei Comuni dell'Alto Jonio cosentino con capofila il comune di Trebisacce
Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo riconosce la grande validità del patrimonio culturale, storico, turistico e innovativo del progetto “Sibari e la Costa dei Tre miti: Italo, Ulisse e Federico”, classificandolo al secondo posto della graduatoria finale e finanziando quindi l'iniziativa che prevede l'aggregazione dei Comuni dell'Alto Jonio cosentino con capofila il Comune di Trebisacce.

 

La proposta prevede la creazione di una destinazione turistica accessibile, interculturale ed interreligiosa del Mediterraneo e della Magna Grecia che possa essere punto di riferimento come offerta turistica di prossimità e complementare a quella proposta da Matera Capitale della Cultura europea 2019.

La proposta progettuale interessa il territorio calabrese compreso nell’Alto Jonio cosentino che confina a Nord con la regione Basilicata e che comprende i Comuni di Albidona, Alessandria Del Carretto, Amendolara, Canna, Cassano Allo Ionio, Castroregio, Civita, Cerchiara Di Calabria, Corigliano Calabro, Francavilla Marittima, Montegiordano, Nocara, Oriolo, Plataci, Rocca Imperiale, Roseto Capo Spulico, Rossano Calabro, San Lorenzo Bellizzi, Trebisacce e Villapiana.

L’adesione corale al progetto rappresenta una opportunità irripetibile per creare un vero e proprio Distretto territoriale accessibile in maniera universale, interreligioso ed interculturale capace di divenire rapidamente un prodotto turistico-culturale in grado di intercettare numeri impressionanti di turisti che per ora non hanno risposte rispetto ai loro bisogni e desideri.

Il progetto rappresenta una tessera molto preziosa che compone, anche attraverso l'accessibilità universale, il mosaico della diversità umana e del dialogo interculturale ed interreligioso come volano di una nuova economia del benessere diffuso.

La strategia delineata intende definire un sistema di offerta culturale e turistica locale che sarà tra primi, nel contesto internazionale, ad utilizzare l’accessibilità universale, il dialogo interreligioso e l’interculturalità per orientare l'approccio progettuale e materiale nella costruzione dei prodotti turistico-culturali, come ad esempio gli itinerari, e dei suoi servizi.

Come afferma il Sindaco di Trebisacce, Comune capofila del progetto finanziato dal Mibact, Franco Mundo: «Il valore aggiunto del progetto è la capacità di aggregazione di tutti i Comuni, delle amministrazioni comunali e dei partner che hanno aderito, intorno ad un’unica proposta progettuale, che evidenzia in maniera assoluta la capacità di coesione, condivisione, visione e convergenza verso l’azione integrata di sistema, che permetterà di superare il limite oggettivo legato ad una realtà territoriale composta prevalentemente da piccoli comuni. E del notevole lavoro del gruppo dei progettisti coordinato dall’architetto Michele Calvosa che ricopre il ruolo di Rup».
«Siamo orgogliosi del risultato raggiunto – aggiunge il sindaco Mundo – soprattutto perché il progetto esprime la reale visione di uno sviluppo reale, non limitato alle sole iniziative culturali, ma a tutto ciò può essere utile per consentire di attrarre turismo e quindi sviluppare lavoro ed economia sostenibile. Di questo ci siamo fatti carico quando abbiamo assunto l’iniziativa di voler guidare questo progetto che deve essere, nella sostanza l’avvio di un processo politico e culturale intorno al quale vogliamo coinvolgere le migliori energie per utilizzare al meglio le nostre potenzialità».

Al progetto hanno aderito come partner il Comitato per la Promozione e il sostegno del Turismo accessibile, Itria – Itinerari turistico religiosi interculturali accessibili, Culturmedia LegaCoop Nazionale, Aitr – Associazione italiana turismo responsabile, Confartigianato Calabria, Touring club Provincia di Cosenza, Aig – Associazione italiana alberghi della gioventù, Club Unesco Catanzaro, Istituto dei ciechi di Francesco Cavazza, Cgil Calabria, Centro turistico giovanile, LegaCoop Calabria, Cia – Agricoltori italiani Calabria, Federazione europea itinerari storici, culturali e turistici, Itaca – Festival del Turismo responsabile, Village for All – Marchio internazionale ospitalità accessibile, Federculture servizi, Club Unesco Trebisacce, Diritti diretti onlus, Area Mab Sila Unesco, Italia Nostra, Artes, I-design e Confesercenti Calabria.

Nei prossimi giorni verrà organizzato un incontro pubblico per esporre tutti i dettagli del progetto agli operatori del settore, a quelli della comunicazione e a tutta la comunità calabrese che sarà elemento centrale per lo svolgimento e lo sviluppo del progetto “Sibari e la Costa dei Tre miti: Italo, Ulisse e Federico”. 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna