Castiglione di Paludi: si muove qualcosa? e gli scavi?


Dopo le tante segnalazioni sul degrado delle emergenze di Castiglione inviate agli uffici Centrali e della Calabria del Ministero dei Beni Culturali lo stesso ha previsto nel bilancio ordinario qualche euro per la manutenzione straordinaria. Nel triennio 2017-2019 sono programmati interventi a Castiglione per l’importo totale di 130.000 € (nel 2017: 30.000). Ancora ad oggi non è iniziato alcunché, comunque è un piccolo passo verso qualche aggiustamento.

Riteniamo insufficiente la somma per come è la realtà a Castiglione: all’interno della porta est sono presenti dei blocchi caduti da molti anni e sulla cinta muraria si trovano alberi che vanno estirpati - altrimenti crolla - ed è cresciuta tanta vegetazione che sta procurando danni agli stessi. La manutenzione deve essere eseguita più volte nell’anno, cosa che non avviene da decenni, salvo il taglio dell’erba con operai forestali una volta sola.
Inoltre è avvertita fortemente la necessità di riprendere le ricerche con gli scavi, ormai fermi da oltre venti anni, al fine di completare le conoscenze e la storia di questo meraviglioso sito che, come è noto, ancora oggi “non ha un nome”, non è stato identificato con i siti storicamente noti. Stiamo sollecitando questa ripresa ma, ad oggi, lo Stato risponde che “non ha a disposizione somme utili per programmare una ripresa delle attività di indagine archeologica” e che “terrà in debito conto tale evenienza nelle prossime programmazioni”. Seguiremo la “pratica” e i lavori.

Palmino Maierù
8/5/5018

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna