Trebisacce e Roseto Capo Spulico confermano la Bandiera Blu


TREBISACCE - Salgono a nove le Bandiere Blu in Calabria e l’Alto Jonio Cosentino si conferma virtuoso sotto l’aspetto della tutela del mare e delle spiagge confermando le due Bandiere Blu di Trebisacce e Roseto Capo Spulico. La consegna dei riconoscimenti è avvenuta a Roma questa mattina 7 maggio, nel corso della cerimonia di premiazione avvenuta presso la sede del CNR alla presenza dei sindaci e degli amministratori interessati.

 Le località costiere insignite di Bandiera Blu nel 2017 erano Trebisacce, Roseto Capo Spulico, Praia a Mare (in provincia di Cosenza), Cirò Marina e Melissa (Crotone), Soverato (Catanzaro) e Roccella Jonica (Reggio Calabria). Le new entry per il 2018 sono Tortora (Cosenza) e Sellia Marina (Catanzaro). Tra queste Trebisacce conferma il suo prestigioso palmares con la quinta Bandiera Blu consecutiva mentre Roseto Capo Spulico si conferma per il secondo anno consecutivo, mentre altri comuni del Comprensorio, che quest’anno avevano partecipato al Concorso bandito ogni anno dalla FEE, restano fuori, segno evidente che qualcosa ancora non funziona. C’è dunque grande soddisfazione nei due centri balneari dell’Alto Jonio accomunati nelle buone pratiche ambientali, tra cui è fondamentale, ma non solo, la raccolta differenziata “porta a porta” che, insieme ad una serie di altri servizi eco-sostenibili (depurazione delle acque, gestione dei rifiuti, piste ciclabili e spazi verdi, servizi in spiaggia e negli stabilimenti balneari, progetti di eduzione ambientale nelle scuole…), fanno graduatoria e fanno guadagnare l’ambito riconoscimento. In Calabria, come si diceva, le Bandiere Blu per il 2018 sono salite a nove, segno evidente che anche in Calabria cresce l’attenzione verso i temi ambientali e soprattutto verso il mare che, insieme al clima e alla bellezza selvaggia delle sue contrade, è la più importante risorsa naturale spendibile in chiave turistica, sapendo bene che c’è ancora tanto fare per raggiungere le regioni più titolate che vedono al primo posto la Liguria che, pur avendo meno della metà di coste rispetto alla Calabria, si conferma regina del mare eccellente arrivando a 27 località, seguita dalla Toscana con 19 località e dalla Campania con 18 Bandiere Blu. Come è noto, gni anno i requisiti per ottenere la Bandiera Blu vengono rivisti e aggiornati anche con il supporto di Ispra (Istituto per la protezione e la ricerca ambientale), in un’ottica di miglioramento continuo. Soddisfatti i due sindaci di Roseto Capo Spulico e Trebisacce i quali, pur consapevoli che c’è tanto ancora da fare, hanno messo in guardia contro i soliti detrattori che, invece di gioire per un risultato così lusinghiero, si attardano in critiche autolesionistiche postando sul web fotografie delle cose che non vanno, sottovalutando la portata di una Bandiera Blu che accomuna i nostri centri costieri alle località turistiche più rinomate d’Italia.

Pino La Rocca
 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna