Cassano: Stombi, la situazione e lo stato dei luoghi è precipitata

Serve una soluzione in emergenza contingibile e contingente per ridare la giusta navigabilita’ al canale dello Stombi. Si continua a insistere con inutili lavori senza risultato alcuno da parte del Consorzio di Bonifica integrale dei bacini dello Jonio cosentino Alla Cortese attenzione delle parti trasmessa mezzo PEC al:Commissario V. Prefetto Dott. MUCCIO M. del comune di Cassano allo Jonio;Assessore Regionale alle Politiche territoriali e Portualità Minore Arch. ROSSI F.;

 

Lo scrivente Ingegnere GALLO Francesco, in riferimento alla mia precedente missiva datata martedì 24.04.2018 fatta pervenire alle S.V. per evidenziarvi, con allarmismo anticipato, lo stato dei lavori che si stavano conducendo da parte del Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini dello Jonio Cosentino presso il Canale dello Stombi in località Laghi di Sibari; e chè gli stessi, non avrebbero avuto i risultati prospettati e le aspettative dovute da mesi richiesti. La navigabilità del “Canale dello Stombi” presso Sibari dopo mesi di stallo, come previsto, non hanno avuto i risultati prospettati…… ancora oggi lo stato dei luoghi dopo oltre trenta giorni di lavori con mezzi inadeguati, è sotto lo sguardo di tutti. Nonostante le ripetute e reiterate raccomandazioni mezzo stampa e media, si è continuato ad insistere con i soliti lavori inutili con una inadeguatezza dei mezzi e con disposizioni tecniche fornite non si capisce da quale direzione dei lavori e da quale progetto e quadro economico si stanno riferendo? L’ incertezza dei lavori fino ad oggi eseguiti, ha portato inevitabilmente al risultato atteso di uno stato dei luoghi nuovamente al “punto 0”; questo ha voluto significare, che nonostante gli appelli al buon senso, nessuno ha preso seriamente a cosa si stava andava in contro. Questo stato di cose, come si può intravedere dal reportage fotografico, agiscono di fatto, ad una disfatta di incompetenze, da parte del Consorzio di Bonifica e dalla sua direzione; che inizia e porta avanti lavori senza direttive, senza un cronoprogramma e senza un’idea dei propri limiti, tentando di utilizzare dei mezzi inadeguati per i lavori di cui non ha competenza. Ma come è possibile pensare ad un progetto di rilancio e di riqualificazione della Nautica e del Turismo nautico presso il centro di Sibari in uno stato pietoso dei luoghi così come traspare la evidente incapacità? Lo Stombi con le sue criticità diventa insieme a tante altre criticità ambientali di questi luoghi, un conclamato “virus cancerogeno” in grado di indebolire, con le sue metastasi, i già fragili tessuti del turismo nautico. La crisi della navigabilità del canale, ma soprattutto le risposte tardive delle istituzioni, lasciano ancora una volta, delusi tutti i diportisti. Ritengo a rigore delle considerazioni sopra riportate, essendo il momento di sollecitare la terna Commissariale del comune di Cassano con a capo il V. Prefetto Dott. Muccio, che possano predisporre un piano immediato di emergenza, per una programmazione dei lavori da eseguire e pianificare con interventi programmatici e mirati alla esclusiva navigabilità dello Stombi “senza se e senza ma”, sotto la propria regia e direzione, per dare una priorità alla esecuzione di quei lavori utili e necessari alla gestione delle manutenzioni e non alla inadeguatezza delle manutenzioni idrauliche fino ad oggi eseguite. La Navigabilità ripristinata, dovrà rispondere ai dettami stabiliti dalla Ordinanza n.56/2005 datata 08.07.2005 dell’allora Ufficio Circondariale Marittimo di Corigliano Cal. e successive modifiche ed integrazioni, per avere la completa navigabilità a tutte le imbarcazioni e non solo a natanti con pescaggio di mt.1.50 e per una larghezza del cono di navigazione di mt.14,65 come previsto dalla ultima Ordinanza n.41/20017 datata 30.06.2017 ed emessa dalla Capitaneria di Porto- Guardia Costiera di Corigliano. Serve al più presto, un provvedimento in EMERGENZA CONTINGIBILE E CONTINGENTE; in quanto il Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini dello Jonio Cosentino, non si comprende con quale strategia e competenza professionale stia eseguendo lavori senza alcuna direttiva, non per ottemperare alle prescritte dell’Ordinanza della Capitaneria di Porto in origine, e utilizzando mezzi inadeguati e senza nessun piano dei lavori per rendere navigabile il Canale; tra l’altro, allo stato odierno risulta scaduta la convenzione stipulata tra Comune di Cassano e Consorzio di Bonifica (Delibera di Giunta N.87 del 30.03.2015 immediatamente eseguibile) che definiva anni tre per “ Interventi di sistemazione idraulica del Canale dello Stombi approvazione convenzione con il Consorzio di Bonifica”. Si invita e si allerta, le S.V. che a breve tempo possiate provvedere con coscienza per impedire la prosecuzione inadeguata di tali lavori con ulteriore compendio di spese, con fondi pubblici, inutili ed inadeguati. Si suggerisce di costituire, nell’immediato una “task force” in emergenza, con incarico a personale tecnico competente, per valutare a breve giro di boa, un progetto di lavori programmati ed imminenti, visto che, per i tempi trascorsi infruttuosi, lo stato dei luoghi è rimasto invariato e risulta anche pericoloso ai fini della sicurezza per le continue mareggiate verificatesi in questi giorni. Rimango in attesa di un Vostro riscontro sulla problematica e certo che in qualunque momento, possiate convocarmi per tutti gli atti e procedure in mia conoscenza, che fino ad oggi, sono state adottate con provvedimenti e determine dirigenziali ufficialmente emesse da questo stesso ente.
Cassano Jonio lì 05.05.2018
                                                                                  Ingegnere GALLO Francesco

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna