"Liberiamo la biovalle del Nicà dalla monnezza"
Il Circolo Legambiente Nicà di Scala Coeli, ha organizzato per il 25 aprile 2018 in località Pipino Comune di Scala Coeli, un Pic-Nic con lo slogan “LIBERIAMO LA BIOVALLE DEL NICA’ DALLA MONNEZZA” l’evento ha lo scopo di promuovere le bellezze della Bio -Valle del Nicà e di tenere alta la guardia sulla paventata ipotesi di ampliamento della discarica 

di rifiuti speciali non pericolosi di località Pipino, un progetto scellerato, che potrebbe gravemente danneggiare la Valle de Nicà, oasi naturalistica ricca di corsi d’acqua e centro agricolo di diversi paesi (Scala Coeli, Umbriatico, Crucoli, Terravecchia) zona di pregio, dove abbondano culture Biologiche, DOP, IGP e allevamenti di Bovino Podolico.
Durante l’evento, si farà un’escursione nel Torrente Patia ed a seguire si andrà a visitare la sorgente di acqua sulfurea che si trova nelle immediate vicinanze.
Previste presenze da tutto il territorio regionale, ci saranno anche Parlamentari e Senatori della Repubblica, Amministratori comunali, agricoltori, operatori commerciali e turistici, associazioni culturali e di categoria, rappresentanze di partiti politici, cantautori, scrittori, musicisti, studenti e tanti cittadini per ribadire con ancora più forza il NO all’ampliamento della discarica, la stessa che potrebbe nuocere al turismo e allo sviluppo di un territorio già depredato di diritti e di servizi e mortificato dall’abbandono delle istituzioni a tutti i livelli. L’appuntamento e per le ore 10:00 di mercoledì 25 aprile p.v. in località Pipino, di seguito si comunicano i punti d’incontro:
1. per chi proviene da Crotone > Catanzaro > San Giovanni in Fiore punto d’incontro ore 09:30 piazzale antistante stazione FS di Torretta di Crucoli;
2. per chi proviene da Cosenza > Corigliano > Rossano punto d’incontro ore 09:30 piazzale antistante Ex Ospedale Civile di Cariati, sul posto ci saranno gli organizzatori che accompagneranno i partecipanti all’aerea deve si terrà il Pic-Nic.
Facciamo rilevare il grande entusiasmo per questo evento, nonostante il maldestro tentativo di ostacolare il successo evidente della mobilitazione. Il Pic-Nic con lo slogan “LIBERIAMO LA BIOVALLE DEL NICA’ DALLA MONNEZZA”, vuole inoltre lanciare un messaggio alla Regione Calabria e al Governatore Oliverio, chiedendo il diniego all’ampliamento della discarica privata per rifiuti speciali situata nel territorio di Scala Coeli, mantenendo fede agli impegni “Discariche Zero”.

Scala Coeli 16 aprile 2018
Il Circolo Legambiente Nicà


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo