Trebisacce: riprendono i lavori di completamento dell’Auditorium Comprensoriale

Riprendono, dopo una lunga e inspiegabile interruzione, i lavori di completamento dell’Auditorium Comprensoriale finanziato dalla Provincia di Cosenza per un importo iniziale di 600mila euro, poi integrato da altri finanziamenti. Si tratta di un’opera importante destinata ad accogliere le iniziative sociali, culturali e artistiche dei giovani di Trebisacce e del’Alto Jonio, 

che si sta realizzando nel quartiere Sant’Antonio e precisamente nel sito di proprietà della stessa Provincia di Cosenza che un tempo vi ospitava i mezzi antineve da utilizzare all’occorrenza nei paesi montani del Comprensorio. I lavori, andati avanti per alcuni mesi, si erano improvvisamente interrotti facendo sospettare il rischio di un’altra “incompiuta”. Ora i lavori (nella foto) sono ripresi e, si spera, possano arrivare fino al completamento dell’opera. Nel frattempo continua l’ampliamento della pubblica illuminazione nei quartieri più periferici della cittadina jonica. In questa ottica, secondo una nota-stampa proveniente dal palazzo comunale, sono stati stanziati 30mila euro per la realizzazione dell’impianto di illuminazione pubblica su via Angiò, una strada di collegamento che costeggio il realizzando Auditorium e che conduce alla Contrada Russo dove sorge l’edificio scolastico che ospita l’I.T.C.G. “Gaetano Filangieri”. Secondo la suddetta nota, continua il lavoro dell’amministrazione comunale di potenziamento e messa in sicurezza delle strade cittadine. Nella seduta di Giunta del 20.3.2018 (Delibera n. 80) è stato difatti disposto uno stanziamento di 30mila euro per la realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione di Via Angiò che prevede la posa in opera, lungo il tratto di strada che conduce a Contrada Russo, di n. 12 pali con altrettanti corpi luminosi. «La scelta – si legge nella nota - è stata dettata dall’esigenza di garantire la sicurezza in una via di primaria importanza, in quanto strada di collegamento tra l’Istituto Tecnico Statale “G. Filangieri” e le abitazioni dell’Aterp con il centro abitato e, dunque, con tutti i servizi essenziali. Per tale ragione, - conclude la suddetta nota - è stato dato mandato all’ufficio competente affinché vengano avviate tutte le procedure necessarie alla realizzazione dell’opera». «Siamo solo all’inizio - ha dichiarato da parte sua il sindaco Franco Mundo - in quanto il nostro lavoro coinvolgerà presto ulteriori e diverse strade e aree cittadine».

Pino La Rocca

 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna