Trebisacce: Comune e Confraternita Misericordia pronti a fare sistema


Sottoscritto un Patto di Cooperazione tra il Comune di Trebisacce e la Confraternita Misericordia di Trebisacce che, come è noto, segna da molti anni una presenza discreta ma altamente efficace, non solo nella cittadina jonica ma in tutto il Comprensorio. 

La volontà dell’esecutivo comunale di avvalersi della preziosa collaborazione della Misericordia ora è stata formalizzata ufficialmente attraverso un’apposita Convenzione che, secondo una nota emessa dal Vice-Sindaco nonchè Assessore alle Politiche Sociali Giulia Accattato, porterà la Confraternita Misericordia, di cui è Governatore Vincenzo Liguori e Vice-Governatore Valentino Pace (nella foto) all’affiancamento e al supporto alla Polizia Municipale nelle manifestazioni e negli eventi, nelle attività mercatali, nelle situazioni emergenziali e nei servizi di assistenza domiciliare e nel trasporto alle persone non autosufficienti. «L’amministrazione comunale di Trebisacce – ha scritto in una nota la dr.ssa Accattato - ha inteso stipulare tale Convenzione con l’obiettivo di rafforzare i servizi esistenti e migliorare le condizioni del welfare locale e della sicurezza urbana. Con tale atto, - si legge ancora nella nota - la Giunta Comunale ha inteso riconoscere e intende quindi valorizzare l’opera della Misericordia, presente sul territorio da circa vent’anni, quale eccellenza locale nell’ambito del Terzo Settore. La stipula della Convenzione – ha spiegato l’Assessore Acccattato - va quindi nella direzione di migliorare la qualità delle politiche sociali attraverso l’erogazione di servizi primari ed è finalizzata all'attuazione di un sistema unitario e integrato di accoglienza e inclusione sociale e più in generale al miglioramento della sicurezza urbana e della qualità della vita». Secondo la Convenzione sottoscritta tra le parti d’ora in poi la Misericordia garantirà: -il servizio di trasporto programmato, rivolto a persone fragili, non autosufficienti, anziani, disabili, invalidi, adulti temporaneamente inabili, nonché in generale alle persone in condizioni di totale o parziale non autosufficienza, portatori di handicap fisico, psichico o sensoriale, presso i principali centri di cura/riabilitazione e socio-assistenziali presenti nel territorio; -i servizi assistenziali domiciliari rivolti ad anziani e disabili temporaneamente privi del supporto familiare o in condizioni di limitata autonomia personale che necessitano di affiancamento nella gestione delle attività di vita quotidiana; -gli interventi educativi rivolti a minori e/o disabili mirati all’autonomia personale ed alla socializzazione secondo i progetti individualizzati redatti dal servizio sociale professionale del Comune; -l’assistenza in caso di emergenze di carattere ambientale quali ad esempio, alluvioni, terremoti, stato di allerta per rischi meteo-idrologici, incendi boschivi, grandinate, trombe d’aria, smarrimento di persone ed altri eventi calamitosi non prevedibili; -la collaborazione con il Comando di Polizia Municipale e con l’Autorità di Pubblica Sicurezza in occasione di manifestazioni che comportano un afflusso straordinario di persone o che espongano la cittadinanza a rischi derivanti dallo svolgimento delle stesse; -il Primo Soccorso Sanitario in occasione di manifestazioni civili e religiose, feste, fiere e varie che si terranno sul territorio e, infine, -il Banco Alimentare ove venga riconosciuta tale necessità attraverso certificazione ISEE.
Pino La Rocca 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna