Saracena anche nella Guida Birre d’Italia

Doppio riconoscimento per l’artigianale De Alchemia. Montesanto: Paese Moscato riferimento Slow Food 
SARACENA – Ritorno alla terra e management dell’identità, doppio riconoscimento per il birrificio artigianale DE ALCHEMIA di SARACENA. Unico nella provincia di Cosenza, è stato inserito, con ben due etichette, nella guida BIRRE D’ITALIA 2019 di SLOW FOOD. 

WELCOME TO SYBARIS, prodotta con malto d’orzo, riso di Sibari, scorze di limoni IGP di Rocca Imperiale e sale del mar Jonio, è BIRRA SLOW. È quanto fa sapere il fiduciario Lenin MONTESANTO complimentandosi con i fratelli Guido e Biagio GAGLIARDI, tra i promotori ed animatori di questa giovane ma già affermata esperienza imprenditoriale, per l’importante e prestigioso risultato che inorgoglisce e contribuisce a dare valore aggiunto alle iniziative e agli obiettivi della Condotta Pollino Sibaritide Arberia. Al Moscato Passito, Presidio Slow Food tra i più rinomati in Calabria - continua MONTESANTO - si aggiunge questo nuovo riconoscimento che fa e continua a fare di SARACENA, dove il quarto Convivium più numeroso d’Italia ha la sua sede storica, punto di riferimento per il progetto socio-culturale ed economico del sodalizio della chiocciola rossa. Il Birrificio artigianale con sede nel Paese del Moscato Passito, Presidio Slow Food, è stato inserito anche nella categoria BIRRA QUOTIDIANA con MA BOHEME, etichetta che celebra in una Pils le notti passate per strada, la giovinezza ed i sogni. Rientrano nella categoria BIRRE QUOTIDIANE quei prodotti che svettano sugli altri per la capacità del birrificio di valorizzare semplicità, equilibrio e piacevolezza. Le BIRRE SLOW, birre che non solo sono di grande qualità, di grande valore organolettico, ma che sono in grado da sole di raccontare un birrificio, un birraio, un territorio. Le birre slow sono prodotti iconici, diventati o che diventeranno punti di riferimento per il mondo della birra italiana.   La guida BIRRE D’ITALIA 2019 è disponibile da ieri (mercoledì 4) in tutte le librerie e nello store online di slowfood.it. Sono 597 le aziende raccontate e 2650 le birre recensite nel volume curato da Luca GIACCONE ed Eugenio SIGNORONI.
 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna