Trebisacce: “La Prova del Cuoco”, una grande vetrina per la Calabria tutta

Promuovere le eccellenze eno-gastronomiche della Calabria, proporre i suoi piatti tipici, far conoscere i sapori e i gusti della tavola calabrese a tutta la nazione: è stata questa la “mission” de la “Trattoria del Sole” di Trebisacce di Mimmo Pinelli in queste ultime settimane, durante le quali lo chef Gianfranco Mazzei con il supporto di Rosa Pinelli ha partecipato alla “Sfida del Campanile” all’interno della trasmissione televisiva “La Prova del Cuoco”, 

che ogni venerdì ha messo a confronto i piatti e gli stili culinari di due diverse regioni d’Italia. Una serie di sfide che ha visto Trebisacce e la Calabria vincere settimana dopo settimana, scalando i vertici della classifica grazie a sette trionfi consecutivi, frutto di decine di migliaia di voti espressi dai telespettatori e da chi ha voluto sostenere con la propria testimonianza la regione Calabria. «E’ stata proprio la nostra regione, con la nostra cittadina di Trebisacce e tutto l’Alto Ionio Cosentino, - ha scritto Mimmo Pinelli titolare de “La Trattoria del Sole” - a vincere le tante difficili sfide e a diventare protagonista assoluta di una vetrina che si è affacciata per ben sette volte nelle case di tutti gli Italiani. E l’avventura, - secondo quanto ha scritto Pinelli, - si è interrotta solo momentaneamente e volontariamente, per lasciare spazio anche alle altre regioni d’Italia, in attesa di una finale che si svolgerà a maggio e che ci vedrà ancora protagonisti, partecipare come primi della classifica interna. Si è trattato – ha spiegato Mimmo Pinelli - di un’esperienza esaltante, di un’occasione di grande visibilità e di enorme gratificazione per tutti coloro che con impegno, determinazione e sacrificio, hanno investito e investono sui prodotti alimentari della nostra amata terra». In realtà, ad essere premiati, settimana dopo settimana, non sono stati solo i piatti realizzati dallo Chef Giancarlo Mazzei con il supporto di Rosa Pinelli, ma tutti i produttori e gli artigiani calabresi che hanno messo a disposizione le proprie eccellenze, da sempre parte integrante della cucina ricercata e al tempo stesso popolare, di qualità ma genuina cucina calabrese: dal pane di Cerchiara, ai limoni di Rocca Imperiale, dal Biondo – Arancia Tardiva di Trebisacce, alla mortadella alle mandorle di Amendolara, senza dimenticare la classica “ntuja” calabrese, la mitica “rosa marina” (sardella), per non parlare delle mele di San Lorenzo Bellizzi, delle ciliegie di Roseto Capo Spulico, della liquirizia Amarelli di Rossano, dei salumi e dei formaggi del Pollino, dei fichi di Albidona, dei taralli di Platici, dei piselli di Montegiordano e dei prodotti ittici del “mare nostrum”…che per sette settimane hanno fatto bella mostra di sé negli studi della RAI di Roma. «La Calabria tutta, i calabresi e tutti coloro che della Calabria sono innamorati, - ha commentato il patron Mimmo Pinelli che tra l’altro ricopre il ruolo di Delegato al Commercio del Comune di Trebisacce - hanno sostenuto e ribadito un concetto semplice, anche se da molti ancora ignorato: la nostra Regione è uno scrigno di eccellenze, non solo culturali e paesaggistiche, ma anche eno-gastronomiche, di primo livello, tutte eccellenze che meritano di essere sostenute, salvaguardate e soprattutto promosse, perché possono diventare punto focale del commercio e attrattori del turismo in Calabria. Un veicolo di promozione importante per l’intera Regione – ha aggiunto Mimmo Pinelli - che tra qualche settimana, nella finale che ci vedrà contrapposti ad altre tre regioni d’Italia, ci impegniamo a onorare continuando a metterci tutta la nostra passione e il nostro impegno, certi del sostegno che la nostra terra vorrà darci, sia a livello istituzionale, sia a livello popolare, facendo in modo, ancora una volta, che la nostra vittoria non appartenga solo a noi, ma venga condivisa da tutti i calabresi e da tutti coloro che hanno a cuore le sorti della nostra amata Calabria. Questa esperienza – ha concluso il titolare de la “Trattoria del Sole” - ci ha trasmesso un grande insegnamento: unita, fiera di sé, la Calabria è imbattibile, forte delle sue eccellenze, tra le quali siamo onorati di essere annoverati».
Pino La Rocca
 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna