DA LUNEDÌ 30 INIZIA BATTAGLIA CONTRO LO STATO. ADESSO BASTA. SINDACO INVITA TUTTI AD UNIRSI
AMENDOLARA – Nuova SS 106, il progetto che sta per essere presentato al CIPE per l'approvazione del secondo lotto (Trebisacce/Roseto) rappresenta il peggior compromesso al ribasso per la realizzazione di quella che sarebbe dovuto essere il fiore all'occhiello di tutti i calabresi in termini di efficienza, qualità e sostenibilità ambientale. 

- La previsione del maledetto fosso di trincee tra Amendolara e la sua Marina (emblema di tutte le altre questioni poste e non affrontate) non può essere liquidata con una promessa di piccoli aggiustamenti, così come purtroppo emerso anche nell'ultimo, infruttuoso incontro al Ministero dei Trasporti (5 settembre scorso) di fronte ad una platea di tecnocrati e nell'assoluta indifferenza rispetto a tutte le richieste avanzate dai comuni, ribadite e motivate in decenni di inutili incontri a Roma. - La tanto invocata e declamata azione mediatrice del Governatore Mario OLIVERIO, esattamente così come avevamo preannunciato, non è stata ancora intrapresa ed è rimasta avvolta nel silenzio e nell'inazione totali. - Dai 4 km di gallerie naturali previste nel progetto iniziale siamo arrivati adesso a dover accettare soltanto trincee, viadotti alti decine di metri e gallerie artificiali non attraversabili che ipotecheranno definitivamente il futuro del nostro terroir. - Sull'altare del compromesso economico non può essere sacrificato, sfregiato e stuprato un intero territorio che nel rispetto del suo diritto naturale alla autodeterminazione vuole fare della propria bellezza l'unica arma vincente per affrancarsi dalla disoccupazione e costruire sulla propria identità lo sviluppo sostenibile dei prossimi anni. - Adesso basta. Iniziamo a protestare con ogni mezzo contro quanti vogliano continuare a tenerci in una condizione di abbandono, isolamento e sottosviluppo rubando l'avvenire alle nuove generazioni ed ai nostri figli.

È quanto ribadisce il Sindaco Antonello CIMINELLI annunciando che oggi LUNEDÌ 30 OTTOBRE mattina, così come annunciato nei giorni scorsi, si incatenerà per protesta sulla Ss106, invitando tutti i sindaci, i consiglieri comunali, le associazioni e le popolazioni del territorio a raggiungerlo e ad unirsi in quella che – aggiunge – d'ora in poi sarà e dovrà essere, con il contributo di tutti, la più difficile battaglia senza se e senza ma contro la cecità, l'arroganza e la prepotenza dello Stato contro il Sud e contro i calabresi.


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo