TREBISACCE - Nuova S.S. 106: l’Anas approva il progetto definitivo del secondo tratto. Così, mentre qualche Comune (Amendolara) assume una posizione abbastanza critica in difesa dei propri terrazzi marini che verrebbero attraversati “in trincea”,

 mentre associazioni ambientalistiche come Raspa (reti delle associazioni Sibaritide Pollino per l’autotutela) e Comitato dei Cittadini dell’Alto si schierano per il “raddoppio” del tracciato esistente e minacciano di adire le vie legali per ostacolare il massacro del territorio, il Consiglio di Amministrazione dell’Anas, forte del sostegno dei Ministeri competenti, va per la sua strada e proprio ieri ha approvato il progetto definitivo del 2° tratto che è lungo circa 18 chilometri, per un investimento di oltre 958milioni di euro, al fine della successiva approvazione da parte del Cipe e che, in pratica, viene a completare il 3° Megalotto della S.S. 106 (Sibari Roseto) per complessivi 39 chilometri. «L'approvazione del 2° tratto – ha sostenuto l'Anas in un comunicato - segue a quella definitiva del Cipe dello scorso 2 agosto 2017, con cui hanno preso il via le attività propedeutiche ai lavori per i primi 18 chilometri che prevedono un costo complessivo di 276 milioni di euro. I 39 km. dell’intero Megalotto 3 prevedono infatti un investimento complessivo di 1.234milioni di euro e rappresentano – secondo l’Anas - l’anello mancante per il raggiungimento di un sistema integrato tra il corridoio Adriatico, Jonico e Tirrenico. Esso infatti – aggiunge Anas - si snoda dall’innesto con la Statale 534 (Sibari-Firmo) fino a Roseto Capo Spulico per circa 39 km, che saranno realizzati a doppia carreggiata e si configura come uno degli elementi-cardine nel progetto di trasformazione del corridoio Jonico in un’infrastruttura stradale di grande comunicazione con funzione di collegamento dei litorali Jonici della Calabria, della Basilicata e della Puglia». «Come già annunciato a settembre in Calabria - ha dichiarato il presidente di Anas, Gian Vittorio Armani - procediamo con la seconda approvazione che garantirà la realizzazione di un collegamento stradale di fondamentale importanza per l’intero versante jonico. La nuova infrastruttura – ha proseguito l’ing. Armani - ottimizzerà la mobilità dell’area, aumentando la velocità media di spostamento, riducendo il tempo di viaggio, conseguendo un risparmio nei consumi di carburante e una diminuzione delle emissioni inquinanti e favorendo il turismo nel territorio. Tutti questi fattori innescheranno rilevanti benefici socio-economici in favore della regione Calabria. Lungo il tracciato del 3° Megalotto – ha aggiunto il presidente Armani - saranno realizzati sei svincoli: Sibari, Cerchiara di Calabria-Francavilla, Trebisacce sud, Albidona-Trebisacce Nord, Roseto sud e Roseto nord; 3 gallerie naturali per una lunghezza complessiva di 4,8 km; otto gallerie artificiali per 3,5 km e 17 tra ponti e viadotti per una lunghezza complessiva di 6,2 chilometri. La realizzazione dell’ammodernamento della Jonica – ha concluso il presidente dell’Anas - non si riduce ai 39 chilometri di tracciato stradale ma prevede anche interventi rivolti alla conservazione e valorizzazione delle testimonianze archeologiche dell’area di Sibari, oltre a opere connesse e interventi compensativi ambientali, sociali e territoriali». Pino La Rocca
 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo