Soccorrere un ferito a 600 metri di profondità. E’ per effettuare un salvataggio del genere che 90 tecnici speleologici del Soccorso Alpino e Speleologico provenienti da tutta Italia e 7 Servizi Regionali si stanno addestrando per soccorrere uno speleologo che si è infortunato a 600 metri di profondità. 

Sono questi i numeri della simulazione di recupero di un ferito a grande profondità che è in corso da 4 giorni e si concluderà domenica 16 luglio all’interno dell’Abisso del Bifurto in territorio di Cerchiara. L’esercitazione, organizzata dal CNSAS calabrese (presidente regionale l’avv. Luca Franzese di Cerchiara) coinvolge una componente “tecnica” e una componente “sanitaria” organizzata in una Commissione Medica che opera su tutto il territorio italiano e che, in caso di incidente, invia in loco i sanitari specializzati in questo tipo di soccorso. La logistica di tutta l’operazione è stata situata presso la Scuola Elementare di Cerchiara, dove è stato allestito il campo-base con la Direzione Operazioni, gli alloggi e la mensa per i tecnici. Nei pressi dell’Abisso del Bifurto è stato invece organizzato un campo avanzato, collegato costantemente con l’interno della grotta attraverso un sistema di trasmissione-dati messo a punto dalla Commissione Tecnica Speleologica del CNSAS. Nei pressi del campo avanzato è stato inoltre allestito il posto medico di prossimità dove, al termine delle operazioni di recupero, il ferito viene condotto prima di essere consegnato al servizio sanitario nazionale. All'esercitazione collaboreranno il comune di Cerchiara, la Prefettura Cosenza, il servizio 118 e la Protezione Civile regionale.

Pino La Rocca

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo