Cassano: cambio modalità bando SIA

L'Amministrazione comunale di Cassano all'Ionio guidata dal sindaco Giovanni Papasso e l'assessore alle politiche sociali Alessandra Oriolo hanno inteso diramare una nota tramite la quale si rende noto che sono cambiati i requisiti richiesti per beneficiare della SIA, dell’assegno e del progetto per il reinserimento lavorativo e sociale.

"Il sostegno all’inclusione attiva potrà essere richiesto" spiega l'assessore alle Politiche sociali Oriolo "da un numero maggiore di famiglie in difficoltà e le novità introdotte anticipano i requisiti richiesti per il reddito all’inclusione attiva per il quale si attende la pubblicazione dei decreti attuativi.

Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente deve aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi, individuati dai servizi sociali dei Comuni (coordinati a livello di Ambiti territoriali), in rete con gli altri servizi del territorio (i centri per l'impiego, i servizi sanitari, le scuole) e con i soggetti del terzo settore, le parti sociali e tutta la comunità. Il progetto viene costruito insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni e coinvolge tutti i componenti, instaurando un patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l'adesione a progetti di formazione, la frequenza e l'impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L'obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l'autonomia. Il progetto, introdotto in via sperimentare alla fine del 2016, prevede la predisposizione di un progetto individuale per il reinserimento sociale, accompagnato dall’erogazione di un assegno di importo variabile dagli 80 ai 400 euro.
L'assessore Oriolo, inoltre, invita coloro i quali che sono stati esclusi dalla precedente selezione di ripresentare la domanda presso gli uffici del comune di Cassano.
La possibilità offerta dall'INPS e salutata di buon grado dall'amministrazione Papasso vuole essere accolta tra le misure di aiuto alla povertà messe in campo insieme al banco alimentare, alla riduzione del costo della mensa scolastica e del trasporto scolastico e all'edilizia sociale poiché più volte è stato dichiarato dagli amministratori cassanese di voler essere considerata l'amministrazione che è stata dalla parte dei bisognosi, di coloro i quali si sono trovati in difficoltà e hanno trovato una mano tesa ad offrire loro aiuto 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna