È andato in scena presso il teatrino di via Amendola lo spettacolo di fine anno preparato dalla scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo Lanza Milano di Cassano All’Ionio – plesso G. Amendola. Ad esibirsi i bambini di 3 – 4 – 5 anni che si sono cimentanti in “E adesso vi racconto” rivisitazione in chiave moderna della fiaba di Mary Poppins che ha alternato a musiche originali dell’indimenticabile fiaba di Walt Disney al racconto delle quattro stagioni.

 Il tutto allietato con simpatiche scenette in dialetto cassanese e coreografie colorate. Molto curati anche i costumi degli attori che hanno incontrato una Mary Poppins con tanto di borsa magica porta tutto, cappello stile inglese ma che al posto dell’abito di velluto e delle inglesine ai piedi indossava jeans, maglietta e snakers.

Emozionati i bimbi che hanno sfidato il caldo ma soprattutto l’emozione di esibirsi davanti ad un numeroso pubblico composto da genitori, parenti e amici.

Ad assistere allo spettacolo il sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso che ha portato il suo saluto personale e quello della città che ha l’onore di rappresentare complimentandosi in primis con i bambini che si sono saputi muovere nello spazio come veri attori adulti e con le loro maestre che li hanno seguiti durante l’anno con estrema professionalità ma anche con tanto amore visto il delicato compito che hanno sostituendosi alle famiglie. Non è facile preparare bambini così piccoli – ha ammesso il Sindaco di Cassano All’Ionio. La scuola di Cassano ha dimostrato che è una scuola che va oltre la semplice didattica. Non dobbiamo pensare al futuro ma il bambino, oggi, è già un essere un umano che come tale va formato, instradato, educato e voi avete fatto un grande e pregevole lavoro.

Questi bimbi sono i cittadini del domani e se saranno buoni cittadini con un inculcato senso civico sicuramente sarà anche per merito vostro.

A seguire è stato proiettato un video che ha ripercorso le tappe dell’anno scolastico appena trascorso con un pensiero per tutti, presenti e assenti forzati. Tanta l’emozione per delle donne che con estrema professionalità, caparbietà e amore hanno ammesso di essere orgogliose di svolgere il mestiere più bello del mondo.

Come consuetudine sono stati poi laureati i bambini di 5 anni che spiccheranno il volo verso la scuola primaria. A loro, il Sindaco di Cassano Giovanni Papasso e il vice presidente del Consiglio d’Istituto Nicola De Bartolo hanno consegnato le pergamene ricordi.

Caterina La Banca 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo