A seguito dell’avviso pubblico emanato dal Dipartimento regionale dei lavori pubblici, infrastrutture e mobilità – Settore 14, Sistema della Portualità, sottoscritto dal dirigente, Marco Merante, da cui si evince l’esclusione dall’ammissione a finanziamento dei lavori riguardanti la modifica all’imboccatura del Canale degli Stombi, che rappresenta la via marina da e per il porto turistico dei Laghi di Sibari, 

il sindaco della Città di Cassano All’Ionio, nel cui ambito territoriale ricade il Porto dei Laghi di Sibari, ha indirizzato un formale reclamo avverso le decisioni assunte dalla Commissione di valutazione, al dipartimento sopra citato e per conoscenza, anche al dirigente Merante, al Presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio, e all’assessore regionale al sistema logistica, portuale regionale e “sistema Gioia Tauro”, Francesco Russo. “E’ inconcepibile, ha esordito il sindaco Papasso, che il progetto presentato dal comune di Cassano All’Ionio e redatto dalla Provincia di Cosenza non sia nemmeno stato ammesso a valutazione, nonostante la documentazione presentata fosse stata giudicata completa dalla stessa Commissione. Le circostanze poste a motivazione, ovvero che nel Piano Regionale dei Trasporti il complesso dei Laghi di Sibari è censito come “Marina privato” e, quindi, non è ricompreso tra le infrastrutture portuali di rilevanza economica regionale ed interregionale e che le ordinanze della Guardia Costiera che disciplinano l’esercizio del Canale degli Stombi, ha aggiunto, non recano alcun riferimento alla funzione portuale dello stesso, meritano alcune considerazioni”. Nella missiva, il sindaco di Cassano ha evidenziato che il centro nautico “Laghi di Sibari” è tra i più rilevanti di tutto il bacino del Mediterraneo ed il suo porto turistico per ampiezza (5 darsene, profonde 3 metri per complessivi 430.000 mq e 9 chilometri di banchine con 2800 posti barca da 3 a 18 metri già disponibili, suscettibili di un aumento di altri 1200 per un totale di 4000 posti barca) e posizione (al centro del Mediterraneo) riveste un’importanza primaria per il rilancio turistico non solo della Sibaritide, ma della Calabria intera e che il Canale degli Stombi è da sempre considerato, anche dalla Regione Calabria, un porto turistico di rilievo fondamentale. Dopo avere rappresentato, inoltre, la cronistoria riguardante le vicende che nel tempo hanno caratterizzato la vita del porto dei Laghi di Sibari e del canale degli Stombi, il sindaco di Cassano, ha tenuto a evidenziare ai destinatari che l’intervento proposto è atteso da anni e rappresenta la soluzione definitiva alla delicata problematica dell’insabbiamento del canale degli Stombi, fonte di pericolo per la sicurezza della navigazione da e per i Laghi di Sibari e per la sicurezza delle aree adiacenti, Museo Archeologico della Sibaritide compreso, soggette spesso ad allagamenti. Secondo Gianni Papasso, la realizzazione del progetto, porterebbe a un notevole risparmio di risorse, considerato il consistente impegno economico che la stessa Regione Calabria ha sostenuto per gli interventi posti in essere nel corso degli anni. Nel richiedere formalmente, infine, alla Commissione di Valutazione di voler rivedere la decisione assunta, il sindaco di Cassano chiesto anche di essere ricevuto per essere audito in merito. Lì, 15.06.2017 Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni -


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.