Il Consorzio Fico Essiccato del Cosentino, rappresentato dal presidente Angelo Rosa è presente insieme a “L’Alta Via del Gusto Trentino”, manifestazione indetta dalle Camere di Commercio di Cosenza e Trento che si terrà sino a domenica 8 gennaio presso il Castello Ducale di Corigliano Calabro. Un gemellaggio di prodotti concepito con l’obiettivo di promuovere due diversi territori a partire dalle eccellenze enogastronomiche e agroalimentari.

Un percorso alternativo di vini e sapori che attraversa l’Italia da Nord a Sud per raccontare gusti, tradizioni e storia di terre apparentemente distanti ma unite da un intento comune: uno sviluppo cooperativo forgiato sull’arricchimento reciproco.
“Rivolgo un plauso al Presidente Klaus Algieri e alla Camera di Commercio di Cosenza per l’abile capacità di creare concretamente progetti di cooperazione e crescita economica per il territorio - ha dichiarato in una nota Angelo Rosa -. La nostra presenza a un’iniziativa così importante e singolare vuole testimoniare la nostra volontà di aprirsi e presentarsi adeguatamente a nuovi canali commerciali, ma soprattutto l’intenzione di entrare in contatto con le produzioni agroalimentari di eccellenza di altre regioni d’Italia, per creare nuovi abbinamenti culinari da sottoporre ai mercati nazionali e internazionali”.
Il presidente Rosa ha voluto fortemente partecipare all’evento della città ausonica , per promuovere la produzione DOP “Fichi di Cosenza”, ma soprattutto per far sì che questo particolare frutto, e tutta la filiera a esso collegato, dalla coltivazione, all’essiccazione, alla trasformazione, riprodotta egregiamente da una varietà di tipi ripresi dalla tradizione locale, rafforzi la sua immagine di eccellenza agroalimentare della Calabria, traducendo la qualità del prodotto anche in una rielaborazione economica, che produca sviluppo del territorio e garantisca la conservazione delle tradizioni e della tipicità dei prodotti della terra di cui la nostra regione è estremamente ricca.
L’occasione cui ha partecipato il Consorzio Fico Essicato del Cosentino, i cui prodotti sono stati molto apprezzati dalla delegazione trentina, rappresenta un’importante opportunità per la realizzazione di sinergie e azioni di comarketing tra le realtà produttive dei territori di Cosenza e Trento.
D’altronde, l’obiettivo del Consorzio rispecchia perfettamente quello perseguito dagli Enti camerali: creare nuovi panieri di produzioni che esprimano la qualità e il pregio del Made in Italy, nel rispetto delle reciproche identità territoriali e culturali.

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo