Indagini sugli incendi della scorsa estate, sequestratì numerosi boschi

ALBIDONA  – Nell’ambito di un’attività d’indagine sugli incendi boschivi, in itinere da parte della Procura della Repubblica di Castrovillari, il Procuratore Capo Eugenio Facciolla e il Sostituto Proc. Flavio Serracchiani hanno emesso un provvedimento di sequestro che riguarda numerose superfici boscate interessate dai roghi della scorsa stagione estiva nel comprensorio dell’Alto Jonio Cosentino. Il provvedimento, in fase di esecuzione, è stato già in parte eseguito dai Carabinieri Forestali e dai militari delle locali Stazioni Territoriali dell’Arma.

Stampa Email

Guai a essere un “ultimo” se stai qui

Gli ultimi saranno ultimi. Nella Sibaritide pure di più: ultimissimi. Non ci sono luci, in tal senso. Un esempio, andando in giro. C’è una piazzetta pedonale: ci stanno aiuole e panchine. E ci stanno le rampe per i portatori d’handicap. Una si inerpica dolce verso la parte centrale della nostra piazza.

Stampa Email

Girava con la pistola nel marsupio, arrestato per porto d'armi abusivo

CASSANO ALL’IONIO – Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto un uomo per il reato di porto abusivo di un arma comune da sparo. Nello specifico i militari della Tenenza di Cassano all’Ionio effettuavano un controllo presso l’abitazione ai sensi dell’art. 38 T.U.L.P.S. presso la casa di un italiano sita in Contrada Bruscata Piccola, per controllare che detenesse secondo i criteri imposti dalla legge le armi dichiarate. Arrivati presso l’abitazione, il proprietario non veniva trovato in casa, ma dopo essere stato avvertito sul cellulare da un vicino, accorreva sul posto con la propria autovettura privata ed un marsupio a tracollo.

Stampa Email

Lidi balneari,scoperta evasione canone demaniale per oltre 2 milioni di euro


La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Cosenza, negli ultimi mesi e prima dell’arrivo dell’estate, ha intensificato una serie di controlli relativi al corretto assolvimento dei canoni per le concessioni demaniali presenti lungo il litorale dell’alto Tirreno cosentino riscontrando il mancato pagamento di oltre 2.200.000 euro.

Stampa Email