S.S.106: l’Associazione presenta un esposto alla Procura della Repubblica

Modificata la segnaletica verticale solo in un tratto urbano della s.s.106: dopo il sinistro il limite di velocità viene portato da 60 a 30 km/h.  
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, nella giornata di ieri, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Castrovillari a seguito di un sinistro avvenuto in data 24 maggio 2018 in Contrada Amarelli, nel comune di Corigliano Rossano, sulla SS106 radd tra il chilometro 4 ed il chilometro 5 per merito del quale, purtroppo, rimaneva gravemente ferito un signore, da sempre sostenitore e simpatizzante dell’Associazione, ancora oggi in pericolo di vita. 

Stampa Email

Agguato a Villapiana Lido, ucciso Leonardo Portoraro

VILLAPIANA - Leonardo Portoraro, 63 anni, proprietario del Ristorante “Tentazioni” a Villapiana Lido, noto da anni alle Forze dell’Ordine in quanto ritenuto uno dei boss della 'ndrangheta della Sibaritide, è stato ucciso questa mattina a colpi di mitra in un agguato che ha tutto il sapore di una vera e propria esecuzione di stampo mafioso posta in essere proprio nei pressi del suo Ristorante che sorge sulla Nazionale di Villapiana Lido-114, a pochi metri dall’Hotel Corallo. 

Stampa Email

Il boss Portoraro ammazzato davanti al suo bar

Una vera e propria raffica di colpi di kalashnikov e di pistola. Tra i venticinque e i trenta. Così è stato rispedito al Creatore il vecchio ed importante presunto boss di ‘ndrangheta della Sibaritide Leonardo Portoraro, 63 anni, alias “Narxuzzu” o “giornalu favuzu” originario di Cassano Jonio ma per anni stabilitosi per affari nel vicino Comune di Francavilla Marittima. 

Stampa Email

Villapiana: Leonardo Portoraro ucciso a colpi di mitra

Leonardo Portoraro,noto ristoratore sessantenne originario di Cassano Jonio, che sarebbe uno dei boss della ‘ndrangheta della Sibaritide, è stato ucciso a colpi di mitra, questa mattina, da due uomini  incappucciati che dopo aver avvicinato la sua auto, hanno fatto fuoco.  Sul posto ci sono i carabinieri di Corigliano che hanno delimitato l’area e stanno effettuando i rilievi.

 

Stampa Email