Si spacciavano per addetti ai lavori, avevano gia’ rubato 10 quintali di bulloni della rete ferroviaria.
I militari della Tenenza di Cassano all’Ionio, durante un servizio finalizzato al contrasto dei reati predatori pianificato dalla Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro, hanno tratto in arresto quattro pregiudicati per furto aggravato in concorso.

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Tenenza di Cassano insospettiti dagli strani movimenti notati all’interno della stazione ferroviaria di Sibari e dopo aver fatto accesso all’area recintata attigua lo scalo ferroviario denominata “mediterranea”, scorgevano la presenza di un furgone cassonato e di quattro persone intente a raccogliere bulloni ed altro materiale ferroso ivi accatastato per i lavori che si stanno svolgendo all’interno dello scalo.
Nello specifico, i soggetti, con l’ausilio di una gru meccanica installata sul medesimo veicolo, raccoglievano il “prezioso” materiale e lo immettevano all’interno del cassone. Prontamente fermate ed identificate, le quattro persone si giustificavano alle domande dei Carabinieri asserendo di essere lavoratori autorizzati a compiere tali attività direttamente dal responsabile dello scalo ferroviario di Sibari.
Dopo gli accertamenti compiuti si acclarava l’assoluta falsità delle affermazioni sostenute dai fermati, infatti, gli stessi non erano lavoratori della Rete Ferroviaria Italiana (RFI), ma semplicemente stavano trafugando bulloni e altro materiale ferroso utilizzato per le rotaie e ne avevano già caricato sul cassone oltre 10 quintali. Gli arrestati, già noti alle forze dell’ordine, con diversi precedenti di polizia, anche specifici, a loro carico si identificavano in B.F. classe’91, B.V. classe ’64, B.C. classe ’72 e D.R.L. classe ’81.
Tutti e quattro venivano, quindi, tratti in arresto, in flagranza di reato, e dovranno comparire davanti l’A.G. di Castrovillari per rispondere di furto aggravato in concorso, mentre il materiale rinvenuto veniva restituito, dopo le formalità di rito, a personale della R.F.I.  

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo