FRANCAVILLA MARITTIMA - Giovane studente si recide accidentalmente la gola con una motosega con cui stava tagliando della legna nei pressi della sua abitazione. Muore dissanguato e in pochi minuti e comunque prima che sul posto arrivassero i sanitari del 118 di Trebisacce perché il diabolico attrezzo gli ha reciso di netto la vena aorta. Il tragico incidente, in cui ha perso la vita il giovane Antonello Santagada, 16 anni, studente presso l’Istituto Commerciale e per Geometri “F. Filangieri” di Trebisacce, 

si è verificato intorno alle 19,00 di lunedì 9 ottobre in via “Tre Case” nella parte alta di Francavilla Marittima dove il giovane abitava insieme ai genitori a cui, come sempre, nei momenti liberi dallo studio dava una mano rendendosi utile anche nelle attività domestiche. Una tragica disattenzione, o una triste fatalità, queste le cause che hanno privato della vita il generoso giovane francavillese, conosciuto e apprezzato in tutto il paese e nell’ambito scolastico come un ragazzo bello, educato, premuroso e molto legato alla famiglia. La notizia del crudele incidente si è diffusa in pochi minuti nel suo paese e, attraverso il web, in tutto l’Alto Jonio suscitando subito sgomento e cordoglio oltre che per i suoi familiari anche per i compagni di classe e d’Istituto che si sono informati a vicenda condividendo momenti di vera disperazione per la perdita improvvisa quanto tragica del loro amico e compagno di classe. Tra i primi ad arrivare sul posto ed a trovare il giovane già esanime e in una pozza di sangue il sindaco di Francavilla Marittima dr. Franco Bettarini che, nonostante la sua professione di medico, si è dichiarato sconvolto per la scena che si è presentata davanti ai suoi occhi. Ma a recarsi subito presso il luogo del fatale incidente sono stati anche i suoi numerosi amici e compagni di scuola, tutti tristi e addolorati per il drammatico incidente occorso al povero e sfortunato Antonello. Sul posto, oltre ai Sanitari del 118 di Trebisacce, sono arrivati subito i Carabinieri di Francavilla Marittima agli ordini del Maresciallo Leonardo De Leo i quali, coordinati dalla Compagnia di Castrovillari guidata dal neo Comandante Cap. Giovanni Caruso, hanno effettuato i rilievi ed avviato le indagini che comunque hanno ben presto accertato l’accidentalità dell’episodio tanto che già nella tarda serata di lunedì il Magistrato di turno presso il Tribunale di Castrovillari ha disposto la riconsegna della salma agli affranti genitori. I funerali del giovane studente che sognava di diventare Geometra si svolgeranno domani, mercoledì 11 ottobre, nella Chiesa Madre dell’Annunziata di Francavilla-Paese dove sicuramente ci sarà tutto il paese a stringersi commosso intorno alla sua famiglia.
Pino La Rocca 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo