VILLAPIANA - A fuoco il “Beach Blast” (nella foto) situato sul Lungomare di Villapiana-Lido-114, un Bar-Disco-Music elegante e accogliente, aperto solo d’estate, allorquando viene frequentato prevalentemente dai giovani. L’incendio, scoppiato al suo interno nella tarda serata di domenica 8 ottobre, ha praticamente distrutto tutta la parte interna del locale realizzata in legno,

 prima che sul posto, insieme ai Carabinieri della Stazione di Villapiana Scalo, arrivassero i Vigili del Fuoco Volontari di Trebisacce (capo-partenza Giuseppe Toscano) che, giunti sul posto nel giro di 15 minuti, hanno comunque provveduto a spegnere l’incendio e a mettere in sicurezza gli stabilimenti balneari vicini, in particolare il Lido Aragosta che sorge nelle immediate vicinanze. Sul posto è stata fatta arrivare anche una squadra dei Vigili del Fuoco di Castrovillari per eseguire i rilievi tecnici utili a risalire alle cause dell’incendio su cui stanno lavorando alacremente i Carabinieri di Villapiana al comando del Maresciallo Luigi Potenza. Ovviamente non ci sono né certezze né indiscrezioni circa l’origine dell’incendio, anche se il particolare che sia stato distrutto solo l’interno del locale e che invece l’esterno non sia stato attinto dalle fiamme, farebbe pensare alla dolosità della circostanza. E’ possibile infatti che, attraverso la forzatura dell’ingresso o di una finestra, all’interno del bar-disco-music sia stato gettato del liquido infiammabile che avrebbe aiutato il fuoco a distruggere in poco tempo tutto l’interno del locale, ivi comprese porte e finestre. Per la cronaca va ricordato che lo stesso locale nel corso delle ultime stagioni estive è stato oggetto di più Ordinanze Sindacali perché ritenuto fonte di inquinamento acustico per cui gli amministratori comunali, accogliendo le proteste dei cittadini che abitano nei pressi, hanno pensato bene di vietare, oltre un certo orario, l’uso della musica ad alto volume. Il fuoco è tornato dunque ad essere protagonista a Villapiana dopo un’altra estate caratterizzata dagli incendi boschivi, ma questa volta il fuoco è scoppiato nel centro abitato e non è escluso che anche questa volta ad effettuare l’innesco, magari per motivi diversi, possa essere stata la mano di qualche sconsiderato piromane.
Pino La Rocca


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo