ROSSANO - Si è concluso il processo a carico del pluripregiudicato Francesco Saverio Scigliano e di Giuseppe Esposito, difesi di fiducia dall’avvocato Francesco Nicoletti. I due giovani rossanesi erano accusati di furto aggravato e di indebito utilizzo di una carta bancomat poiché, in concorso tra loro, si sarebbero introdotti all’interno dell’abitazione di Z.V., portando via refurtiva varia per un valore imprecisato,

 tra cui, appunto, una tessera Bancoposta intestata alla parte offesa, che avrebbero poi utilizzato per effettuare un prelievo in denaro contante presso lo sportello ATM dell’Ufficio Postale di Rossano. Il tutto con l’aggravante di essere penetrati all’interno dell’abitazione, sita nel centro storico di Rossano, danneggiando una finestra e una zanzariera del soggiorno.

I FATTI Le indagini del procedimento hanno preso le mosse dalla denuncia presentata dalla figlia della vittima ai Carabinieri della Stazione di Rossano Centro, a seguito del furto perpetrato da ignoti nell’abitazione della madre. Oggetto del furto varia refurtiva, tra cui: oggetti in oro, due libretti postali, chiavi di casa, auto e garage e una carta bancoposta. Proprio con quest’ultima è stato effettuato successivamente un prelievo in contanti presso lo sportello bancomat dell’Ufficio Postale di Rossano Centro. I carabinieri si sono immediatamente adoperati al fine di ottenere le immagini relative ai filmati della videosorveglianza in funzione presso l’ufficio postale e, da tali filmati, hanno individuato i due imputati quali autori del prelievo effettuato con la tessera bancomat oggetto di furto aggravato.

LA DECISIONE DEL TRIBUNALE A seguito del rinvio a giudizio di Scigliano ed Esposito, la difesa ha chiesto e ottenuto di celebrare il processo con il rito del giudizio abbreviato. All’esito dell’udienza, in sede di discussioni finali, il Pubblico Ministero ha formulato richiesta di condanna. Il Tribunale di Castrovillari, in totale accoglimento delle richieste avanzate dall’avvocato Francesco Nicoletti, ha pronunciato sentenza di assoluzione nei confronti di entrambi gli imputati.

Informazione e Comunicazione 

 


Commenti   

+1 #2 alduccio 2017-07-30 00:33
Cioè fatemi capire, sti 2 vanno a rubare, si prendono anche il bancomat, ci prelevano, vengono arrestati, e per il giudice sono innocenti?
Citazione
+1 #1 Nilo 2017-07-29 19:29
Ormai siamo proprio al ridicolo.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo