Guido prende le distanze da vicenda Longobucco: la Giustizia farà il suo corso
CROSIA – l’Assessore Graziella Guido, precisa e chiarisce in merito agli strascichi polemici dell’ultima campagna elettorale del Comune di Longobucco. Prendo le distanze dalle vicende pre e post elettorali che hanno riguardato il Comune di Longobucco. 

I processi si fanno nelle aule dei Tribunali e questa gogna mediatica assume i contorni di una trappola politica mirata a screditare alcuni componenti della mia famiglia e di riflesso la mia attività istituzionale. Dal momento che sono state chiamate in causa le Politiche sociali del mio Comune, di cui detengo le deleghe assessorili, preciso che negli ultimi due anni è stata migliorata e ampliata la rete dei servizi a sostegno dei più deboli e dei più bisognosi, dotandola di disciplinari e regolamentazioni chiare e molto selettive per le quali possono accedere alle prestazioni solo le persone che hanno realmente bisogno di assistenza e aiuto. I fatti citati dalla stampa, e che hanno avuto una eco mediatica nazionale, riguardano esclusivamente la campagna elettorale del Comune di Longobucco, evidentemente infuocata e con code al veleno anche post elezioni. Sono sicura che la Giustizia farà il suo corso, farà piena luce sull’accaduto e saprà ripristinare l’equilibrio della verità. Del resto, i cittadini, che quotidianamente toccano con mano l’abnegazione con cui sta operando l’Esecutivo di cui faccio parte, sanno già che nelle ultime settimane è stata innescata una pericolosa macchina del fango nei riguardi del Governo civico E gli artefici di questo meccanismo perverso sono noti a tutti. Loro e le loro famiglie. Perché quando si tenta di discreditare un avversario a tutti i costi, lo si fa con la consapevolezza di voler distogliere l’attenzione pubblica dalle proprie malefatte. Questa non è politica, è persecuzione personale, della quale alcuni personaggi noti alle cronache locali - e non solo per fatti politici – saranno giudicati nelle sedi opportune. A queste persone dall’animo piccolo ricordo che la nostra campagna elettorale è ancora lontana e che la profusione di tutto quest’odio nuoce e tanto alla nostra comunità.    

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo