A Corigliano Calabro la costante e massiccia presenza di mezzi ed uomini delle forze dell’ordine, in particolare della Polizia di Stato, si sta risolvendo giorno per giorno come un’iniziativa dal sapore squisitamente propagandistico. Già, perché se il Reparto prevenzione crimine Calabria settentrionale viene impiegato per multare qualche prostituta ed i relativi clienti e qualche automobilista indisciplinato, per poi produrre comunicati stampa a mò di spot mentre in lungo e in largo sul territorio si registrano episodi criminali, il senso di sicurezza che si da ai cittadini è prossimo se non pari allo zero.

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

 

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.