Corigliano | Furti a raffica e imposizione del “pizzo”

A Corigliano Calabro la costante e massiccia presenza di mezzi ed uomini delle forze dell’ordine, in particolare della Polizia di Stato, si sta risolvendo giorno per giorno come un’iniziativa dal sapore squisitamente propagandistico. Già, perché se il Reparto prevenzione crimine Calabria settentrionale viene impiegato per multare qualche prostituta ed i relativi clienti e qualche automobilista indisciplinato, per poi produrre comunicati stampa a mò di spot mentre in lungo e in largo sul territorio si registrano episodi criminali, il senso di sicurezza che si da ai cittadini è prossimo se non pari allo zero.

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna