Francavilla Marittima: cani da caccia posti sotto sequestro

 Gli animali detenuti in condizioni incompatibili
Militari della Stazione Carabinieri Parco di Cerchiara di Calabria e Civita hanno nei giorni scorsi posto sotto sequestro quattordici cani detenuti in maniera non idonea. Il sequestro arriva a seguito di una attività di controllo del personale militare nei comuni di Cerchiara di Calabria e Francavilla Marittima

 svolta per reprimere eventuali attività di detenzione abusiva di animali bovini suini e ovi caprini nonché di macellazione clandestina . Durante i controlli svolti in località “Macchiabbate” di Francavilla sono state deferite due persone per “detenzione Incompatibile di cani da caccia” e “abbandono di animali”. Al momento del controllo, a cui ha partecipato personale veterinario dell’Asp, i militari hanno accertato che i cani erano detenuti con catene corte alcune delle quali ancorate a piante d’ulivo e in ricoveri di fortuna adibiti a cucce e ricavati in fusti di ferro arrugginiti. Luoghi questi in cui erano presenti deiezioni abbondanti e accumulatesi nel tempo, oltre a ciotole per l’acqua che presentavano la formazione di alghe. Elementi questi che denotano un’incuria nella assistenza e nella detenzione dell’animale. I cani, quasi tutti da caccia, sono stati pertanto posti sotto sequestro e trasferiti presso i due canili sanitari di Cassano e Villapiana. Nelle due aziende oggetto del sequestro dei cani sono stati inoltre riscontrati illeciti riguardo la detenzione di suini in violazione alle norme sanitarie e a quelle sulla movimentazione degli animali. Oltre al deferimento sono state elevate sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro.

 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna